Libero perché giusto o giusto perché libero? Primo incontro

12 gennaio 2013
16:00 - 19:00

Città: Bari
Luogo: Sala Consiliare del Comune di Bari (Palazzo di Città).

Libero perché giusto o giusto perché libero?
“La libertà è condizione ineliminabile della legalità; dove non vi è libertà non può esservi legalità.”  Piero Calamandrei

Scuola di formazione sui temi della legalità e della politica
1
Finalità e metodologia
Le Associazioni “Libertà e Giustizia” (circolo di Bari) e “Cercasi un Fine” hanno nella formazione sociale e politica uno dei loro ambiti privilegiati d’intervento. Elementi comuni alle due associazioni sono la ricerca e la sperimentazione continua su temi quali la democrazia e la cittadinanza attiva, la tutela dei beni comuni, la difesa dei valori fondanti la Costituzione. I percorsi formativi delle due associazioni si prefiggono di costruire, al di là delle appartenenze politiche, una partecipazione consapevole e informata di ogni cittadino alla vita pubblica del Paese e per coloro che già operano nelle Istituzioni centrali e locali. L’occasione di mettere a confronto i modelli formativi delle due associazioni e la necessità di fare rete su temi essenziali per le nostre comunità come quello della partecipazione ha spinto il Circolo di Bari di Libertà e Giustizia e Cercasi un Fine ad organizzare una scuola di formazione Politica.
Questo primo passo di collaborazione vuole concentrarsi sui grandi temi etici della libertà e della giustizia non solo perché si condivide uno stato di crisi generale, rispetto a questi fondamenti etici, ma perché è ferma
opinione degli organizzatori che qualsia riforma sociale e politica debba avere una solida base etica, sinergia di teoria e prassi. La scuola, allora, si pone come uno spazio di riflessione e approfondimento sui temi della libertà e della giustizia, cogliendone i risvolti etici, antropologici, cittadini, istituzionali e politici.
Il percorso di formazione si articolerà su sei incontri, dalle ore 16.00 alle ore 19.00, suddivisi in tre momenti: in genere ogni sessione è di tre ore, dove la prima ora è affidata al docente, la seconda a piccoli gruppi e la terza
nuovamente in assemblea. Intendiamo così seguire il metodo di Lorenzo Milani, che privilegiava l’apprendimento di parole e concetti, in piccoli gruppi dove tutti si potevano esprimere.

Primo incontro – Sabato 12 Gennaio 2013

Giustizia incompleta, giustizia lontana.
Gli aspetti antropologici ed etici della giustizia
Rocco D’Ambrosio, sacerdote della diocesi di Bari. Insegna Filosofia Politica presso la Facoltà di Scienze
Sociali della Pontificia Università Gregoriana (Roma), ed è Facente Funzione del Decano della stessa facoltà.
E’ docente di Etica della Pubblica Amministrazione presso la Scuola Superiore dell’Amministrazione del Ministero dell’Interno. Giornalista pubblicista, dirige il periodico di cultura e politica “Cercasi un fine”
e il suo relativo sito web (www.cercasiunfine.it). Coordina e dirige alcune scuole di formazione all’impegno sociale e politico in Puglia, a partire dal 2002.

Scarica la locandina di presentazione del progetto

Leggi l’intervista a Don D’Ambrosio su La Gazzetta di Bari del 14 gennaio 2013

Leggi l’articolo di Don Rocco d’Ambrosio

1 commento

  • Mi dispiace notare come nella mia città (Napoli) che vanta una grande tradizione culturale non approdino con frequenza eventi di L&G e ci sia un circolo ancora in fase embrionale. Potremmo fare grandi cose. E’ un vero peccato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>