Nel Pd torna l’ansia da primarie. Braccio di ferro tra i renziani

L’ennesimo appuntamento con le primarie – questa volta per le politiche – il 29 e il 30 di questo mese, manda in fibrillazione il Pd. Mentre la struttura organizzativa del partito si prepara a tirare fuori nuove energie per garantire la presenza di seggi in tutta la provincia per la quarta volta in un paio di mesi, si infittiscono i nomi dei possibili esponenti in lizza per conquistare un posto nelle liste per la Camera e per il senato. Scontata la candidatura dei parlamentari uscenti, Marco Carra ed Ezio Zani (quest’ultimo potrebbe puntare al Senato), mentre Matteo Colaninno è una candidatura considerata nazionale. Ma a sentire le indiscrezioni, gli esponenti che potrebbero mettersi in gioco sono molti di più. I nomi che girano sono quelli di Giovanna Martelli, Antonella Forattini, Daniele Marconcini e Armando Trazzi. Quanto c’è di vero? Lo si saprà nel giro di pochi giorni, visto che chi vuole candidarsi alle primarie deve raccogliere 200 firme. Per le regionali circolano i nomi del segretario Massimiliano Fontana (dato per scontato), di Francesco Negrini e di Daniele Trevenzoli tra i bersaniani. Più complicato il quadro dei renziani che chiedono – non solo loro per la verità– con forza le primarie (l’assemblea provinciale dedicata alla questione che sarebbe dovuta tenersi ieri è stata rimandata a venerdì, dopo la riunione della direzione regionale suscitando le proteste di Marconcini), ma che hanno il consigliere uscente Marco Carra. Per il vice segretario regionale Alfieri, Carra sarebbe da ricandidare direttamente, ma tra i renziani non tutti sono d’accordo. Ci sono altri possibili candidati (Elisabetta Poloni e la stessa Forattini) e la deroga su Carra trova degli oppositori. Alla riunione di lunedì pomeriggio con Alfieri, in città, i renziani hanno avuto una discussione animata. Assente il gruppo che fa riferimento a Viotto, Iridile e Maglia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>