Diventa Socio
Invia questo articolo Stampa

30 novembre -0001 - Commenti disabilitati

Nessun intervento ancora a “”

  1. SALVO scrive:

    Immagino che la nostra Presidente abbia letto l’articolo domenicale di Repubblica del 13/04/014,a firma Eugenio Scalfari.
    Nonagenario anch’io capisco come sia naturale compiere errori.

  2. Rossella Guadagnini scrive:

    Bello, Costanza. Auguri

  3. Emanuela scrive:

    Sottoscrivo alla grande!!!

  4. Paolo Volpato scrive:

    Bello leggere così tanti incoraggianti commenti. A me piacerebbe capire quali sono gli strati sociali, i gruppi, le categorie – oppure le classi sociali, se si può ancora dire – che sostengono i cambiamenti proposti dal Governo al fine ultimo di stravolgere questa Costituzione e questa democrazia. A volere questi cambiamenti è forse la grande imprenditoria? Oppure la borghesia statale e del pubblico impiego? O forse gli operai? Magari sono i sottoccupati, disoccupati e sottoproletariato in genere? O sono solo Renzi e Berlusconi? Oppure a volere questi cambiamenti sono il piccolo commercio e la massa delle singole partite Iva? O forse sono tutti o in parte assieme, uniti da chissà quale interesse? Oppure è il capitale straniero? O gli intellettuali? Anche se, come tanti, un’idea ce l’ho, mi piacerebbe che L e G rispondesse all’interrogativo pure nei comunicati e appelli, in modo che si capisca chi è bene che stia da una parte e chi dall’altra e perchè. Paolo Volpato, Torino

  5. Fulvia scrive:

    Ad Antonella Paci: sono d’accordo, ma guarda che Grillo e Casaleggio hanno firmato l’appello. Qualcosa non torna, e non è quello che tu hai scritto, che condivido.

  6. giacomo rondone scrive:

    Finalmente qualcuno si Muove!
    Ricordare a Renzi che B. oltre ad essere un pregiudicato è uno spergiuro sulla Costituzione.

  7. Alberto Zennaro scrive:

    Il popolo voterà e, credo, respingerà la riforma di Renzi-Berlusconi.

  8. giuseppe nida scrive:

    Purtroppo molti italiani non riescono ad imparare nulla dalla .Storia : Mussolinini , Craxi , Berlusconi ed ora Renzi che vorrebbe cambiare la Costituzione in accordo con un delinquente condannato in 3° grado. Ma in quale Nazione cosiddetta civile potrebbe succedere una situazione simile!? Dove un condannato viene ricevuto dal capo di uno Stato !? Dove un condannato è libero di scorrazzare per l’Italia e tenere comizi “pro domo sua”!? Ma ci rendiamo conto in che Paese viviamo ? Cosa trattiene gli Italiani tutti dal gridare alto e forte l’ estrema vergogna di una simile paradossale situazione . Ed il capo dello Stato ,non dovrebbe essere il garante della nostra Costituzione!? E cosa fà , nulla ! E il PD , vuol rendersi complice di un tal tradimento
    nei confronti del popolo italiano e dei Padri Costituenti ?! Non vi sembra il cosiddetto
    “italicum” simile alla legge “Acerbi” che nel 1924 aprì legalmente le porte del Parlamento a Mussolini e fascismo?
    Allora cosa stiamo ancora aspettando per manifestare ancora una volta il nostro democratico ma fermo dissenso in tutte le piazze d’Italia e fermare l’attuazione del piano della P2: Ogni tanto ci riprovano , tocca a noi gli Italiani , fermare costoro e difendere la Democrazia che i nostri Padri hanno conquistato con i loro sacrifici ed il loro sangue.