Regolamento generale per lo svolgimento delle primarie

PREMESSA
Sottoscrivendo il presente regolamento, i rappresentanti delle forze politiche progressiste e dei movimenti/associazioni della società civile, intendono promuovere la massima partecipazione di cittadine e cittadini alla scelta dei candidati alle diverse competizioni elettorali, facendo prevalere le ragioni della loro unità intorno a personalità autorevoli e ad un programma condiviso, espressione di un progetto di cambiamento di cui il Paese, le regioni e gli enti locali hanno estremamente bisogno e capace di rappresentare gli interessi della collettività ai vari livelli istituzionali.
Forze politiche e movimenti/associazioni, sottoscrivendo il presente regolamento da applicarsi alle diverse tipologie di consultazioni elettorali, si impegnano altresì  a garantire un adeguato sostegno allo svolgimento delle primarie, in particolare per quanto attiene la comunicazione necessaria a promuovere la più ampia partecipazione.

COMITATO PROMOTORE PER LE PRIMARIE
Nell’imminenza di ciascuna consultazione elettorale, al fine di raggiungere gli obiettivi indicati nella premessa, parte integrante del presente regolamento, le forze politiche e movimenti/associazioni che lo hanno sottoscritto istituiscono un Comitato promotore per le primarie, composto da membri designati dalla singola forza politica o movimento/associazione (in caso di primarie di partito) o dalle forze politiche e movimenti/associazioni dello schieramento progressista (in caso di primarie di coalizione).
Dal momento della proclamazione ed accettazione delle candidature, la composizione del Comitato Promotore viene integrata con un rappresentante effettivo ed uno supplente per ogni candidato ammesso alle primarie, delegato dal candidato stesso. Tali rappresentanti partecipano alle riunioni del Comitato promotore con diritto di parola ma senza diritto di voto e nominano i rappresentanti dei candidati presso i seggi elettorali delle primarie.
Il Comitato, per tutta la durata del procedimento, può avvalersi di collaboratori con funzioni operative di segreteria. I costi relativi ai collaboratori e quelli relativi all’affitto e le spese per la sede del Comitato, saranno contabilizzati nelle spese per l’organizzazione delle primarie.
Il Comitato promotore

  • stabilisce una sede provvisoria per espletare tutte le attività organizzative ed esecutive legate allo svolgimento delle primarie.
  • nomina il Collegio dei Garanti
  • autorizza l’apertura di apposito conto corrente cointestato, individuando l’Istituto bancario o lo sportello postale presso il quale effettuare le operazioni;
  • elabora ed approva a maggioranza qualificata di 2/3 un Regolamento accessorio per le primarie finalizzato a dettare le norme di dettaglio per lo svolgimento delle primarie propedeutiche alla prevista consultazione elettorale;
  • appronta un sito web dedicato alle primarie;
  • sovraintende allo svolgimento delle primarie;
  • vigila sul rispetto del Regolamento generale e del Regolamento accessorio.

Il Regolamento accessorio disciplina in particolare le modalità di raccolta firme a sostegno delle candidature alle primarie, la costituzione dei seggi, la designazione dei rappresentanti dei candidati, la produzione del materiale per il seggio, lo svolgimento delle operazioni di voto e di scrutinio.
Il Comitato promotore, dopo l’ approvazione del Regolamento accessorio, elegge al suo interno:

  • un Presidente, che svolge funzioni di coordinamento nella veste di responsabile del procedimento elettorale, convoca e presiede le successive riunioni del Comitato,
  • un Tesoriere,
  • un Segretario,
  • un Responsabile della comunicazione.

In base alla tipologia della consultazione elettorale ed all’estensione del territorio interessato, il Comitato promotore può istituire un Comitato organizzativo per le primarie e ulteriori organismi esecutivi, cui delegare alcune delle sue funzioni (incluse la funzione di Tesoriere).
Composizione, compiti e responsabilità del Comitato organizzativo e degli altri eventuali organismi esecutivi sono disciplinati dal Regolamento accessorio.

REGISTRO DELLE PRIMARIE
A cura del Comitato promotore viene istituito il Registro per le primarie.
A tale registro devono obbligatoriamente iscriversi i cittadini, aderenti a partiti politici e movimenti/associazioni, o semplici simpatizzanti e sostenitori, che intendano partecipare alle primarie. Possono iscriversi al Registro delle primarie i cittadini che:

  • abbiano piena titolarità del diritto attivo di voto in relazione al tipo di consultazione elettorale,
  • abbiano sottoscritto, al momento dell’adesione, la dichiarazione di non essere iscritti ad analoghi registri di altri schieramenti o di altri partiti, movimenti o associazioni, nonché l’impegno a non iscriversi ad altri registri della stessa natura senza richiedere parallelamente la cancellazione del proprio nominativo dal registro originario.

Il Registro delle primarie è reso pubblico sul sito web del Comitato, dove sono riportati il nome ed il comune di residenza dei cittadini iscritti, nonché la data di iscrizione.

COLLEGIO DEI GARANTI
Con voto a maggioranza qualificata di 2/3 dei suoi membri il Comitato promotore nomina da tre a cinque componenti del Collegio dei Garanti, individuati tra personalità di provata esperienza e riconosciuta autorevolezza ed imparzialità e non iscritti ai partiti e movimenti/associazioni aderenti alle primarie.
Compiti del Collegio dei Garanti sono:
- decidere in unica istanza in merito ad eventuali contestazioni sul risultato della consultazione,
- decidere in seconda istanza in merito a reclami o contestazioni sulle presentazione delle firme, sulla ammissione delle candidature, sulla regolarità delle operazioni di voto e di scrutinio,
- vigilare sul rispetto del Codice di comportamento o di autoregolazione.

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI CANDIDATI
Entro dieci giorni dalla sua nomina, il Comitato promotore predispone ed approva all’unanimità un Codice di comportamento per la campagna elettorale dei candidati, cui dovranno attenersi i candidati ammessi alle primarie. Il Codice, ispirato ai principi di reciproco rispetto e lealtà tra i candidati e di sobrietà della campagna elettorale, dovrà prevedere:
a) norme generali relative alla campagna elettorale dei candidati,
b) norme sui mezzi di propaganda consentiti, sui limiti di spesa e sulle modalità di rendicontazione delle stesse.

INCOMPATIBILITA’
Le cariche di componente del Comitato promotore, nonché del Collegio di Garanzia e degli altri eventuali organismi esecutivi istituiti dal Comitato promotore, sono incompatibili con la candidatura alla consultazione primaria.

CANDIDATURE
Possono partecipare alle primarie, in qualità di candidati, i cittadini che abbiano piena titolarità dei diritti passivi di voto per la specifica consultazione elettorale. Non possono candidarsi coloro che:

  • siano iscritti a partiti politici e movimenti/associazioni che non abbiano sottoscritto il  Regolamento generale, nonché il Regolamento accessorio per le primarie,
  • abbiano riportato condanne penali in via definitiva, o siano stati condannati in primo e secondo grado e siano in attesa di giudizio finale;
  • abbiano svolto attività politica a sostegno dello schieramento avversario nell’ultimo triennio antecedente la data di svolgimento delle primarie, a meno che da almeno un anno rispetto alla medesima data siano iscritti ad un partito politico o movimento/associazione dello schieramento aderente alle primarie o abbiano assunto ufficialmente posizioni di dissociazione da partiti e movimenti/associazioni della coalizione avversaria.

I candidati provvedono a pubblicare, attraverso il sito web del Comitato promotore  curriculum e certificati penale e dei carichi pendenti.

ELETTORI
Possono partecipare alle primarie in qualità di elettori i cittadini che abbiano piena titolarità del diritto attivo di voto per la specifica consultazione elettorale, siano iscritti nel Registro per le primarie e devolvano un contributo, quantificato dal Regolamento accessorio, per la copertura delle spese organizzative.
Per essere ammessi al voto è necessario che i cittadini iscritti nelle liste elettorali del territorio interessato esibiscano al seggio un documento di identificazione e la propria tessera elettorale. Non saranno accettati elettori che non esibiranno entrambi questi documenti. E’ inoltre necessario dare espresso consenso a che il proprio nominativo e il comune di residenza siano inseriti nell’elenco dei partecipanti alle primarie ed a che l’elenco stesso sia reso pubblico e consultabile sul sito web del Comitato promotore prima e dopo il voto.
Oltre ai cittadini iscritti nelle liste elettorali del territorio interessato dalla consultazione elettorale, possono iscriversi nel Registro delle primarie ed hanno diritto di voto alle primarie, nel seggio corrispondente all’indirizzo di domicilio, i giovani residenti in detto territorio che compiranno il 18° anno entro la data fissata per la consultazione elettorale.
Nel caso di elezioni amministrative, oltre ai cittadini iscritti nelle liste elettorali del territorio interessato dalla consultazione elettorale, possono iscriversi nel Registro delle primarie ed hanno diritto di voto alle primarie, nel seggio corrispondente all’indirizzo di domicilio, tutti i cittadini immigrati regolarmente residenti in detto territorio e muniti di permesso di soggiorno.

COMMISSIONE ELETTORALE
Al termine delle votazioni, il Comitato Promotore (o, laddove istituito, il Comitato organizzativo) si costituisce in Commissione elettorale. Il Presidente assume le funzioni di presidente della commissione. I rappresentati dei candidati presso il Comitato promotore, assistono con diritto di parola ai lavori della commissione. La commissione si avvale degli strumenti necessari per la raccolta e la registrazione dei dati in tempo reale.

PROCLAMAZIONE DEI RISULTATI
Il Comitato promotore, al termine della verifica sui risultati della consultazione, sulla base del verbale redatto dalla Commissione elettorale, proclama il candidato/i alla prevista consultazione elettorale.

CLAUSOLA COMPROMISSORIA
I candidati alle primarie si impegnano a riconoscere i risultati delle medesime. certificati dalla Commissione elettorale e proclamati dal Comitato promotore. Inoltre si impegnano a deferire qualunque questione di tipo regolamentare, interpretativo o inerente allo svolgimento delle operazioni di voto o di scrutinio, esclusivamente agli organi prevosti dal presente regolamento.

CONTESTAZIONI e RECLAMI
Eventuali reclami e contestazioni in merito alla regolarità delle operazioni di voto e di scrutinio dovranno essere inoltrate, a cura dei candidati o dei loro rappresentanti, entro 24 ore dal termine delle operazioni di voto, al Comitato promotore, che decide entro 24 ore. Avverso tale decisione potrà essere inoltrato appello al Collegio dei Garanti, la cui decisione è inappellabile.
Eventuali reclami e contestazioni in merito al risultato elettorale dovranno essere inoltrate, a cura dei candidati o dei loro rappresentanti, entro 48 ore dalla proclamazione del risultato. Tali reclami, circostanziati e motivati, dovranno essere inoltrati al Collegio dei Garanti costituito presso il Comitato promotore.

GESTIONE DELLE RISORSE ECONOMICHE
Presso la banca o l’ufficio postale deciso dal Comitato promotore viene aperto un conto corrente (a doppia firma congiunta) intestato al Tesoriere e a due membri del Comitato promotore (o, laddove istituito, del Comitato organizzativo) sul quale, entro i sette giorni successivi alla data di svolgimento delle primarie dovranno essere versati a mezzo bonifico bancario i contributi versati dagli elettori ai seggi.
Dall’importo complessivo che risulterà a versamenti ultimati (presso tutti i seggi) sul c/c verranno detratti i costi documentati (in originale) per l’organizzazione e lo svolgimento delle primarie decisi dal Comitato promotore. Tali spese dovranno essere state preventivamente concordate ed autorizzate dal Tesoriere..
Il rimanente importo sarà utilizzato come fondo per iniziative comuni a sostegno dei candidati alla successiva  consultazione elettorale.

ADEMPIMENTI FINALI
Ultimati tutti gli adempimenti previsti dal procedimento elettorale, entro i dieci giorni successivi alla data di svolgimento delle primarie,  il Comitato Promotore si riunisce dietro apposita convocazione e procede ai seguenti adempimenti finali:

  • approva il bilancio redatto dal Tesoriere a chiusura del procedimento per le primarie;
  • delibera su eventuali somme di utile o di perdita di bilancio (secondo quanto previsto dal Regolamento accessorio);

.    - delibera la pubblicazione sul proprio sito web, entro i successivi dieci giorni, dell’elenco nominativo dei cittadini che hanno partecipato alle primarie, mettendo a disposizione dei candidati e dei rispettivi partiti e movimenti/associazioni l’archivio elettronico dei votanti per renderne possibile la pubblicazione sui siti web dei     medesimi;

  • delibera la chiusura del conto corrente relativo alle primarie;
  • delibera lo scioglimento del Collegio dei Garanti (e, laddove istituiti; del Comitato organizzativo e degli altri organismi esecutivi), nonché l’autoscioglimento del Comitato promotore.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>