Appello a tutti i democratici, non cadete in quella trappola

Hanno detto Alfano e Berlusconi che chiederanno all’aula del Senato di esprimersi sulla loro proposta: un modo, dicono, per additare a tutti  gli italiani  chi sono gli innovatori e chi i conservatori. C’è un solo modo di rispondere a chi ripropone questo vecchio progetto della P2: disertare l’aula durante la discussione, votare no all’emendamento. Si vedrà così chi sono i cialtroni e chi invece pensa ci sarebbero delle cose più serie da fare in un momento drammatico come questo.

41 commenti

  • La verità è che chi siede sugli scranni, non scelto dagli elettori, non è nè innovatore nè conservatore. E’ una classe di inetti che ha soltanto portato il Paese alla deriva e, sicuramente, hanno anche saputo ben speculare su questo andamento! In Francia tempo addietro si risolse il problema pubblicamente. Oggi questi metodi non devono essere adottati. Ma se il Governo Tecnico non fornisce segnali “seri” vuole soltanto dire che la collusione continua alla faccia dell’intero popolo italiano

  • Umh… qui si dimentica che il progetto della Bicamerale fu votato quasi all’unanimità e iI protagonisti sono nel frattempo rimasti più o meno gli stessi.
    Molta preoccupazione.

  • Chi ora pretende di parlare di riforme costituzionali sta solo creando una cortina fumogena per non far nulla. E’ impensabile che alcuna riforma costituzionale arrivi a termine entro la scadenza della legislatura. Dalla famigerata Bicamerale in poi tutti i tentativi si questo genere sono falliti. Questo parlamento non ha il tempo sufficiente, ma ancor meno ne ha la legittimazione:
    a) gli attuali deputati e senatori eletti con la legge Calderoli non rispondono effettivamente agli elttori, come Costituzione vorrebbe, ma alle segreterie che li hanno messi in lista.
    b) I partiti della ex maggioranza si stanno sbriciolando: la Lega brandeggia il ritiro dal parlamento, il PdL è dilaniato da guerre intestine.
    c) l’opinione pubblica diffusa, sull’onda degli scandali sui finanziamenti ai partiti li valuta tutti come una palude indistinta e inaffidabile.

    Si faccia una legge elettorale ordinaria quale che sia: proporzionale puro, maggioritario uninominale. Basta che sia semplice, tanto da non poter nascondere inghippi di palazzo. Alla svelta.

  • Siate onesti, ma ce lo meriteremmo un presidente come lui? Già siamo oberati da disgrazie varie, mafie, ruberie, evasione, legge elettorale assurda, rimborso ai partiti, ecc. ecc., pure questa dovrebbe capitarci? E no, proprio no!

  • Nel Tribunale di Milano una escort di alto bordo spiegava che il nostro si divertiva molto a vederla travestita da Bocassini. Poco prima o poco dopo, sempre durante il processo al nostro, il suo ragioniere bancomat diceva innocente che in questi anni lui portò ad Arcore almeno 20 milioni di euro, non di lire.
    In un paese normale il nostro sarebbe o scappato o in prigione.
    Da noi, il nostro nelle stesse ore, fa la conferenza stampa per proporsi come novello Sarkozy.
    Ma che paese siamo ?
    Cosa dobbiamo ancora vedere e sentire ?
    Ma sopratutto, a parte i Santi Monti e Napolitano che ci hanno salvato dal baratro, dove sono i nuovi ?
    Forse Orlando ?
    Forse Grillo ?
    Forse Montezemolo ?

  • E’ un modo per cercare di recuperare l’irrecuperabile: la faccia.Ma questo essere ignobile con l’aiuto dei suoi interessati tirapiedi cercherà sempre di difendere ed incrementare i propri interessi , in ogni modo. A tutte le disgrazie causateci , ci mancherebbe solo che diventasse presidente della repubblica. Ma questo ormai rimarrà il sogno di un vecchio egocentico. Non ce la farà mai , ormai la maggioranza degli italiani ha capito quale è il vero volto di berlusconi.

  • La proposta sarebbe la repubblica presidenziale e, se ho capito bene, con Berlusconi candidato presidente … non so se ridere o piangere (penso la seconda!). Io ritengo che questo parlamento non sia in grado di cambiare la legge elettorale perchè ciascun deputato pensa ai propri interessi personali e non al bene comune; non pensa, cioè, a favorire il cittadino nell’esercizio fondamentale della più elementare pratica democratica ma alla propria convenienza in termini di voti e di potere. Penso, quindi, che questa riforma debba essere data in mano a dei costituzionalisti indipendenti che abbiano a cuore la democrazia e il popolo italiano. Sono inoltre convinta che siccome questo non avverrà mai noi andremo a votare con il porcellum… scommettiamo?

  • Credo proprio che non ci sia da scherzare. Non passa giorno che questi nemici dell’Italia e degli italiani onesti propongano novità più o meno fantasmagoriche e non passa giorno che anche coloro che si dichiarano loro avversari mostrino tutto il disorientamento e un’incredibile debolezza … Ma davvero li prendiamo ancora sul serio? Per fortuna che gli elettori, quei pochi che sono andati a votare, qualche segnale hanno dato. Ma siamo pochi … e dobbiamo diventare sempre di più. In fretta, perché gli appuntamenti decisivi sono dietro l’angolo. Per chi non lo ricordasse, vale la pena di ricordare che 20 anni fa per far saltare la bicamerale che fino a quel momento aveva preso bellamente in giro (complimenti a chi non se ne era accorto!) proprio B. si oppose alla proposta di semipresidenzialismo che oggi va a ripescare. Complimenti a tutti gli italiani gonzi che ci cascheranno anche questa volta, anche a quelli del partito a cui sono ancora iscritto.

  • Dopo napolitano, che rubava i soldi dei biglietti aerei ( cliccate napolitano biglietto aereo su youtube) prendendosi la differenza tra rimborso alitalia e volo low cost adesso berlusconi Presidente?
    Ma se è un corruttore scampato per prescrizione, vicino a dell’utri condannato per mafia che facciamo? Aspettiamo il Movimento 5 Stelle che faccia piazza pulita di questa gentaglia? Solo a pensare una cosa del genere meriterebbe l’ergastolo!

  • innovatori?! Fosse questa l’innovazione… sono DECENNI che si parla di riforme elettorali … riforme fatte per il loro bene e non per il bene dei cittadini ..e allora, DI CHE NOVITA’ STIAMO PARLANDO?

  • Questi PARASSITI possono solo produrre DISASTRI, speriamo non tocchino la già schifosa legge elettorale perché con quelle teste la possono solo peggiorare.
    Si è capito benissimo che il loro primo obiettivo è spazzare via qualsiasi possibilità di rinnovamento attraverso i movimenti dal basso.
    Loro sono per la dittatura delle banche!

  • E’ la mossa della disperazione. Qualcuno dei suoi distratti elettori ha già presso altre strade ed allora bisogna intorbidare le acque.

  • LA COSTITUZIONE NON SI TOCCA; GLI ITALIANI NON LO VOGLIONO; QUESTO PARLAMENTO NON E’ LEGITTIMATO A FARLO.
    In questi giorni sembra che il Parlamento si occupi anche di “sfasciare” la Costituzione; pare che Bersani tentenni e non si opponga alla solita richiesta di Berlusconi di avviare il presidenzialismo. E’ importantissimo fare capire a Bersani che gli Italiani non lo vogliono: non abbiamo corso abbastanza rischi per la democrazia, anche con il nostro sistema? i nostri modelli sono diventati , come per Berlusconi, l’Ucraina e la Russia ? Oltretutto questo parlamento non è legittimato a fare una riforma costituzionale perchè non rappresenta gli Italiani, ma in larga parte , gli interessi di pochi, e, comunque, è stato delegittimato anche dalle ultime elezioni amministrative.
    E’ necessario subissare Bersani di e mail di Italiani che lo spingano ad ignorare le lusinghe O LE PROPOSTE DI INCIUCIO di Berlusconi & co ; che concentri i suoi sforzi nel cambiare in qualunque modo la legge elettorale per consentire agli Italiani , la prossima volta ,di scegliere veramente i propri rappresentanti.
    Pena diventeremo tutti “grillini”.
    POTREMMO ,con gli strumenti che Libertà e Giustizia e l’IDV hanno, servendoci della RETE, FARE PRESSIONE IN TAL SENSO SU BERSANI?
    Diamoci da fare: è urgentissimo!!!!!!!!!
    Ludovica Ferla

  • Appena ho sentito la sparata ho immediatamente pensato che sia l’ultima carta che gli resta per evitare la galera. Con i potenti mezzi mediatici che possiede non avrebbe difficoltà a “intortare” ancora gente. Poi potrebbe anche far scendere in campo Marina B. e starebbe davvero tranquillo lui e i suoi compari. Per fare la legge un aiuto gli arriverebbe dal PD che lo sosterrebbe per “toglierlo dai piedi” (ricordate solo lo scorso anno che cosa vociferava il D’Alema). Ne verrebbe fuori l’inciucio perfetto per affondare definitivamente la democrazia. Non abbassare la guardia!

  • Quest’uomo non incanta più. Quando incantava suonando il piffero, aveva fatto cadere nella trappola cittadini che sconoscevano il gioco delle tre carte. Ora non gli resta che farsi accudire, fare il suo dovere di inquisito e presentarsi davanti ad una Corte che giudica nel nome del Popolo Italiano. Lasci stare l’Italia soprattutto in questo momento. L’Italia è alle prese con problemi ben più seri: lasci lavorare in pace chi ha la statura per poter affrontare questi problemi. Lo faccia per l’Italia.

  • Suona, oltre che come un insulto alla Costituzione, che si regge su regole ed equilibri tra essi calibrati (i famosi pesi e contrappesi), anche come l’ennesimo “tentativo di legge ad personam” per così dire! Ci manca solo che nella riforma si preveda che il nome del presidente deve iniziare per berlu e finire per sconi. Di fronte a queste prove di altro impegno sociale e politico, in un momento come quello che attraversiamo, non possiamo che urlare “tutti a casa”, fuori daL Parlamento, ma per sempre!! Indegni ed immondi, altro che “onorevoli”! L’onore è una cosa seria (ma per carità, non vorrei sentirmi dire da costoro che con l’onore non si mangia!)

  • Condivido fortemente l’ appello ma ho ormai poca fiducia nella capacità
    di discernimento della sinistra democratica. Continua ad incappare in
    madornali ed anche piccoli ma stupidi errori che gli fanno sempre più
    perdere stima e simpatia.

  • Che la proposta venga da Berlusconi è semplicemente un insulto. Il lapsus di Alfano è un altro insulto. Spero che, parafrasando Charlie Chaplin, una risata possa seppellire, pacificamente ma con fermezza, l’ennesima barzelletta di un uomo che non sa che cosa sia il senso dello Stato.
    Berlusconi ci lasci in pace, la smetta di disturbare con trovate propagandistiche questo paese che ha appena iniziato a leccarsi le ferite.

  • Non possiamo più permettere a chi, per anni, si è preso gioco di noi e della Costituzione, di potersi ancora esprimere. Che nessuno si presenti in aula è già un buon inizio…ma poi vanno assolutamente fermati, ci sarà un modo, no ??

  • C’è ancora qualcuno che bada a quello che dice Berlusconi? E’ evidente che ha solo bisogno di conservare il potere di interdizione su quello che può nuocere ai suoi interessi di azienda e di persona. Nient’altro.

  • berlusconi ha bisogno di tempo , quindi spariglia con una proposta irricevibile, riesce a deviare l’attenzione sulla sua figura e intanto cerca di centrare l’obiettivo di far fallire una possibile riforma elettorale, la colpa ricadrà su tutti i partiti , anche coloro , come il PD, che più di tutti hanno cercato di realizzare le riforme. Non potendo più impedire il disfacimento del suo partito con un segretario fantoccio, punta decisamente al deterioramanto del quadro politico.
    invece di seguire berlusconi nei suoi illusionismi, credo sia opportuno che la sinistra democratica cominci a dire forte e chiaro che paese vuole costruire. Idee, programmi, confronto, dibattito non pregiudiziale a sinistra, solo così si preparano primarie non fittizie dove i candidati sono portatori di visioni di futuro nella condivisione di valori comuni

  • Personalmente sono preoccupata; si ripetono mosse che hanno bloccato per anni la dialettica democratica.
    Giuliana

  • Berlusconi e la sua cricca devono sparire , se non l’hanno ancora compreso glielo faremo capire noi I g n o r a n d o l i

  • Non c’è limite alla voglia di dispotismo del “piccolo Cesare”. Per la verià non c’è limite neppure alla decenza, se qualcuno immagina l’ex presidente del Consiglio al Quirinale.
    Facciamo una legge elettorale con doppio turno ma lasciamo il Presidente della Repubblica come garanzia della legalità repubblicana.

  • Gli Italiani si sono gia’ estressi negativamente con un referendum.
    Il naneronzolo ci riprova, ma sa bene che non c’e’ la volonta’ di andare in questa direzione, e poi non ci sarebbero i tempi necessari.
    E’ solo un modo come un altro per non far pensare alla disfatta! Credono che siamo idioti (ci ricordiamo le affermazioni di Buttiglione ?) I veri idioti sono coloro che credono idioti gli altri.

  • Per chi non lo sapesse il semipresidenzialismo francese che dà poteri immensi al Presidente della Repubblica,contiene in sè i germi autentici per una dittatura,mai sviluppati perchè la Repubblica francese non è mai caduta nelle mani di mafiosi come l’Italia.Basti pensare all’art.16 dà poteri assoluti,in caso di pericolo,al presidente della Repubblica che può decidere da solo ,senza il Parlamento.Se succedesse in Italia,berlusconi userebbe quest’articolo per eliminare i suoi processi e i giudiciUN

  • Che sia una mossa strumentale è più che evidente ed allora bisogna tornare indietro e ricordare tutte le volte che Berlusconi ha boicottato con simili stratagemmi le riforme che si stavano avviando a cominciare dalla celebre commissione parlamentare, nella cui rete cadde D’Alema. Adesso è urgente solo ed esclusivamente la riforma elettorale per ristabilire il democratico diritto dei cittadini di scegliersi , in tutta libertà, i candidati che lo rappresentano.

  • Trovo semplicemente offensivo oer la nostra intelligenza sentire una proposta del genere a meno di un anno dalla scadenza della legislatura

  • è 0ra che i buffoni se ne ritornino nelle loro ville, e lascino libero il parlamento

  • ma quando mai questo losco piduista si ritirera’ con le sue olgettine
    in qualche sua residenza?

  • UN ITALIANO MEDIO DOVREBBE SENTIRSI ALMENO OFFESO:LA NUOVA “MAGNIFICA ED INNOVATIVA “PROPOSTA DI BERLUSCONI PRESUPPONE CHE GLI ITALIANI SIANO PERFETTI IMBECILLI E SMEMORATI!

  • Solo un berlusconiano doc o un politico senza scrupoli potrebbe accettare anche solo di discutere una riforma del genere. Le riforme alla Costituzione sono materia delicate e una riforma che cambierebbe la struttura dello Stato non è argomento da poco. E’ l’ennesima boutade per acquistare visibilità nel momento in cui il PdL e lo stesso Berlusconi, orfano pure della Lega, sono in caduta libera e la situazione economica drammatica. Speriamo che in Parlamento si alzi un muro alto e soprattutto senza cedimenti.

  • Se leggo bene l’intervista sull’Espresso, anche D’Alema sembra favorevole al semipresidenzialismo alla francese ed evoca l’esperienza della bicamerale. Questa manomissione della Costituzione dovrebbe essere “migliore” se proposta dal PD???

  • Sono proprio desolata perchè , e non lo voglio credere , tutti sono contro B il cav nano ecc ecc .per partito preso e non nel merito.
    Una emerirta sciocchezza perchè comunque molti lo hanno votato e pure apprezzato, con i suoi errori e qualche luce.
    Se oggi presenta un progetto , niente affatto autoritario ma assolutamente democratico così come in molti paesi del mondo, incoraggiato da noti costituzionalisti ( per quello che vale perchè ne hanno dette di tutti i colori, quindi….), appoggiato ieri da molti del PD e compagnia , beh allora ?
    Si vada a vedere il progetto e con serietà si esamini , non con i classici e poco democratici insulti che non fanno onore a chi per partito preso va avanti nella solita e frusta nenia contro
    Si batta con il voto e con progetti, programmi ,uomini seri onesti e competenti e non con chiacchere.
    Grazie Raffaella da Torino

  • Mi chiedo come si possa ragionevolmente ” ragionare ” di innovatori e conservatori.
    I facili insulti non portano da nessuna parte e chissà perchè i ” cialtroni ” devono essere quelli che non capiscono o dissentono dall’appello.
    Resto sbalordito e deluso perchè L&G è associazione libera democratica e dovrebbe capire quanto anche parte della società civile ( che non è solo di sinistra , chiaro ? ) può pensare .
    Oppure si vuole seguire la dotta un po’ stantia lezione della chiara fama prof Cordero che solo ed esclusivamente , anche se citazioni in numerose lingue vive e emorte, scrive su Repubblica ….B, B, ed ancora B
    Suvvia siamo nel 2012 il B ha vinto qualche volta ed altre volte ( ben 8 anni ) ha governato il centro sinistra : se non hanno fatto molto per cambiare è colpa di B o insufficienza propria ?
    Con …delinquenti,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>