Diventa Socio
Invia questo articolo Stampa
L'attentato

Il messaggio

19 maggio 2012 - 16 Commenti »

Questo non l’ aveva mai fatto nessuno nel nostro paese martoriato da sempre da stragi e assassini. Nessuno aveva mai attaccato una scuola. I ragazzi erano sacri, eccetto soltanto per i figli dei pentiti. Ma ora, oggi, non ci sono confini. Oggi serviva mandare un messaggio ultimativo: “Noi ci siamo, siamo ancora qui e ci attendiamo ancora molto da voi”.
Da chi? Chi sono gli interlocutori dell’ esplosivo di Brindisi? Intanto c’ è chi apertamente, testardamente e sempre si dichiara PER la legalità. E chi invece si batte nelle aule del Parlamento contro la legge sulla corruzione. C’è chi sostiene i giudici e chi li vuole asservire con una legge che li renda personalmente e direttamente responsabili di ogni errore o presunto tale… il catalogo e’ lungo e troppo doloroso da fare così all’ improvviso mentre il nostro cuore è triste e si ribella per il sangue versato. Per favore risparmiateci parole di circostanza. Non è una circostanza. E’ la fine di tutto.

Tags:

16 interventi a “Il messaggio”

  1. elisaottobre scrive:

    un terremoto è un’evento terribile ma naturale, un’attentato agli studenti è un gesto ignobile e MAI GIUSTIFICABILE .

  2. Marco Suman scrive:

    Meno male che il prode tecnico Mario Monti ha appena nomianto De Gennaro ai vertici dei servizi! Una bella promozione per aver difeso stato e società in modo esemplare in occasione degli assalti violenti e pericolosissimi dei manifestanti al G8 di Genova! E meno male che la vecchia Cancellieri ha subito dato risposte chiare in merito al movimento no tav. Sui traffici per appalti di quella portata i tecnici non scherzano!
    Abbiamo visto alternarsi al ministero dell’interno una lunga schiera di personaggi di vari colori politici ed ora pure di diverso genere. Da Scelba giù fino a Napolitano e poi a Maroni ed ora la vecchia Cancellieri. Una tecncica, per carità, che non si creda che ci sia di mezzo la politica!
    L’alternarsi di tutti queste variegate figure hanno però garantito sempre due cose: la pratica di rubare biciclette e di fare stragi di innocenti.

  3. raffaella r. scrive:

    Perchè immediatamente scrivere di mafia camorra ( le destre naturalmente ) ed altre almeno affrettate …certezze ?
    Arriva Vendola il predicatore, Ingroia e tutta l’organizzazione anti mafia che è benemerita ed ha senso quando lotta contro i mostri ma molto meno quando crea comunque il nemico.
    Perchè ?

  4. Davide Muratori scrive:

    I giovani corpo sempre più martoriato di questo paese ,corpo/corpi nei quali è riposta tutta la speranza di fare nascere un ‘Italia diversa ,migliore.Colpendo loro si è voluto colpire direttamente il seme dei germogli nascenti di una nuova società.Dobbiamo tutti reagire in difesa del nostro futuro,dobbiamo difendere i nostri ragazzi dai criminali mafiosi .
    Dobbiamo farlo con tutte le nostre forze .

  5. Camiscioni Bartolomeo scrive:

    piccolo racconto di vita quotidiana di un nonno:
    al telefono la mamma di Leonardo e Michele dall’ufficio : papà hai accompagnato i bambini a scuola; hanno preso freddo?
    Si, tutto bene.
    Allora mi posso mettere a lavorare tranquilla?
    Si.

    L’attentato di questa mattina ha spezzato la tranquillità quotidiana di milioni di genitori e di nonni.

    la viltà di questo attentato è anche in questo, oltre che nello strazio dei ragazzi direttamente coinvolti, e di tutti i genitori e nonni.
    Non è una intera città, Brindisi, ad essere sotto shock è tutta l’Italia e il mondo civile!
    nonno Alberto.

    A tutti i Liberi e Giusti, spero di vedervi numerosi al sit-in in piazza S. Cuore di Pescara alle 17.30 di oggi pomeriggio, 19/05/2012.
    Nessun dorma! Alberto
    da LeG circolo Pescara-Abruzzo

  6. danilo scrive:

    La mafia, la malavita organizzata vede cadere la speranza di regnare nella politica con la caduta delle forze di destra e, sapendo della crescita nel paese delle forze di centrosinistra , sempre state impietose davanti tali criminalità ed affari sporchi, lasciando la vita sul campo dei propri politici e militanti , colpisce cercando di destabilizzare il paese ed il voto democratico di domani. VERGOGNA, DELINQUENTI VERRETE ASSICURATI AL PIU’ PRESTO ALLA GIUSTIZIA DELLA DEMOCRAZIA CHE NON SPARIRA’ SIATENE CERTI !

  7. andrea pacini scrive:

    Anche in piazza della Loggia a Brescia qualcuno mise la bomba in un cestino della spazzatura ! e qualche sciacallo verrà a dire che “Queste cose non succedevano quando c’era Lui, caro Lei”: vuol dire che la guerra alla criminalità organizzata (controlli fiscali, confische e altro) ha ripreso a funzionare

  8. Ste scrive:

    Luca Nannelli: pagliaccio, non hai capito niente.

  9. GREGORIO GUMINA scrive:

    Io sono fermamente convinto che L’ANTISTATO, quello, per intenderci, dei grandi interessi finanziari e lobbystici, dei poteri occulti, del patto criminale tra una certa politica e le varie mafie, dei servizi cosiddetti deviati e di quelle frange estremistiche in passato tanto care al potere parlamentare, nel momento in cui si è visto costretto alle corde da milioni di persone oneste che RIFIUTANO TOTALMENTE il modello di paese che ci hanno cucito addosso i ” Professionisti della politica ” abbia reagito ed in maniera così infame per ribadire con chiarezza – se mai ce ne fosse ancora bisogno – che , non solo è vivo e vegeto, ma pronto ad altre stragi clamorose per tutelare i suoi sporchi interessi! MA NON SI ILLUDANO : NOI RESISTEREMO E COMBATTEREMO AD OLTRANZA LA NOSTRA BATTAGLIA CIVILE FINO A QUANDO ESTIRPEREMO QUESTO MALEDETTO CANCRO DALLA NOSTRA AMATA TERRA!

  10. MAX scrive:

    Ho letto il commento di Sandra che di testualmente “questo nel Ns. paese non era mai successo” e cioè colpire dei ragazzi, non sono completamente d’accordo vorrei ricordare le stragi di P.zza Bologna e P.zza Fontana, sono solo alcuni esempi, qual’è il nesso, io un’idea cel’ho e cioè DESTABILIZZARE PER STABILIZZARE.
    Fate molta attenzione hanno molta paura di perdere tutto quello che in più di mezzo secolo hanno rubato, sono alla canna del gas, diffidate di coloro che nei prossimi giorni chiederanno il sostegno dell’opinione pubblica cercando il Ns. appoggio promettendo maggior sicurezza per la cittadinanza, pene più dure e severe, il loro obbiettivo saranno solo i voti ma occore il Ns. consenso ed il gravissimo attentato di oggi serve a loro come pretesto.
    Vuoi vedere che nei prox giorni si troverà il colpevole e sarà magari un simpatizzante o militante del M5S.
    Italiani apriamo bene gli occhi.

  11. Salvo scrive:

    Ma che centra grillo….. se fossi ad un brindisino li andrei a prendere stesso oggi nelle loro case perche’ loro lo sanno dove abitano i mafiosi…. farei una casino enorme se mi uccidesero i figli ma i brindisi e gli italiani tutti siamo un popolo destinato a morire questo ci meritiamo come dice il ladro di bossi, siamo un popolo di merdosi…. a nai mafia politici e terroristi ci possono fare qualsiasi cosa…..

  12. pippo scrive:

    spesso chi uccide è lo stato complice della mafia….

  13. Ecco uno di quelli che non ha capito il senso della dichiarazione di Grillo…
    Accendere il cervello e togliere i paraocchi!!!

  14. Luca Nannelli scrive:

    Ora voglio proprio vedere se Grillo avrà il coraggio di ribadire che la mafia non uccide!!!!

  15. Luca Nannelli scrive:

    Ora voglio proprio vedere se Grillo avrà il coraggio di dire che la mafia non uccide!!!