LeG: questo Parlamento modifichi la legge elettorale ma non la Costituzione

ROMA – «È sempre più indispensabile una nuova legge elettorale che ripristini la possibilità per i cittadini di scegliere i loro rappresentanti». Libertà e Giustizia – in una nota sul sito dell´associazione – rilancia l´urgenza di cambiare le norme sul voto. Soltanto con questa «precondizione» il Parlamento tornerà «all´altezza della “disciplina ed onore” richiesti dalla Costituzione e in grado di affrontare le emergenze del paese». Ora invece – afferma LeG – le Camera soffrono di un «difetto di rappresentatività» così grave da rendere impensabile che esse «intervengano sulle strutture istituzionali modificando la Costituzione, addirittura puntando a ottenere quella maggioranza dei due terzi che impedirebbe il ricorso al referendum confermativo». In queste condizioni, l´esclusione del referendum sarebbe «un´espropriazione di democrazia». Di qui la richiesta che prima sia rinnovato il Parlamento «applicando nuove regole elettorali».

1 commento

  • questa volta non sono d’accordo con LeG. il difetto di rappresentatività dell’attuale parlamento rende anche impensabile che esso possa varare la nuova legge elettorale. l’unica possibilità è che i partiti “buoni” introducano primarie interne per la formazione delle liste e si accordino per coalizioni bipolari

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>