La sibilla cumana

Questa volta l’ha fatta troppo grossa, ha violato insieme le leggi della buona creanza (ingannando i suoi ministri oltre al popolo italiano), della legalità, di una prassi giuridica che vige dagli anni ’40, secondo la quale la sentenza di secondo grado è sempre esecutiva.
Quando si alza troppo il tiro, accecati di potere e dalla brama di fare quel che piace e quel che conviene, prima o poi si è destinati a cadere. Meglio prima che poi e nessuno ne sentirà la mancanza.

11 commenti

  • Con il tentativo di modificare surrettiziamente la normativa sui risarcimenti, inserendo un paio di commi ad-hoc in articoli di legge che regolavano tutt’altro , il grande truffatore ci riprova. Ecco che il grande Stavisky “de noantri” cerca di nuovo di conservare il maltolto con una truffa ai danni di tutti e soprattutto delle vittime di precedenti malefatte.
    Eppure da oltre 20 anni tutti conosciamo la verità …facciamo quattro esempi su quattro fandonie facili facili :
    IL GRANDE COMUNICATORE: chiunque analizzi la comunicazione di B politico ha ben chiaro che non sa comunicare : non è in grado di sostenere un contraddittorio televisivo; non accetta domande in conferenza stampa; comunica con monologhi in video e per telefono : mai stato un comunicatore, solo un enorme bluff.
    IL GRANDE IMPRENDITORE : dove sarebbe il successo imprenditoriale senza corruzione,evasione fiscale, distrazione di fondi ? Dalla fondazione delle 24 Holding Italiana 1-24 con 24 teste di legno, tutti sapevamo che senza scambi con Craxi non vi sarebbe stato alcun impero televisivo.
    IL GRANDE CONQUISTATORE : uno che paga le donne è un grande conquistatore ? dove ? quando ? nel paese dei latin lovers lo sanno anche i sassi che il conquistatore non paga cash ragazzine decerebrate e prostitute professioniste.
    IL GRANDE POLITICO : non ha combinato nulla, non ha mantenuto un impegno, non aveva un progetto, solo chiacchiere. Ha portato in politica i peggiori cialtroni mai visti grazie al disimpegno ed alla imbecillità della gente perbene.
    Se passasse di nuovo in tv “IL GRANDE STAVISKY” di Alain Resnais qualcuno potrebbe riconoscere finalmente il maggior riferimento storico-culturale di B: il grande truffatore francese degli anni trenta, interpretato da un Belmondo bello e affascinante .Guardate come B si veste , come si trucca ,a quale immaginario si riferisce : una simpatica canaglia …quello che avrebbe voluto essere, quello che disinvoltamente afferma tutto ed il contrario di tutto, soggetto a mille ricatti, mantenendo tutto immobile per poter galleggiare…e gli italiani l’hanno preso sul serio: una nazione intera ha dilapidato un decennio abbondante… e non è finita.

  • Mai intervento, come quello del Sig. Carlo Grezio, è stato più limpido ed esauriente! In pochi tratti è stato dipinto quel ‘losco figuro’ che si ostina a restare incerottato alla poltrona; ma c’è da dire per l’ennesima volta che l’opposizione non brilla per luce propria: quando avrebbe potuto, non ha mosso un dito per ristabilire la legalità; segno che i politici parlano di sé a se stessi al solo fine di autotutelarsi!

  • A proposito dei signori (si fa per dire) Tremonti e Bossi. Delle due, l’una : o davvero non ne sapevano nulla ( e allora cosa ci stanno a fare lì ? ) oppure lo sapevano e si sono accodati al loro lurido padrone nel tentativo di salvare in exrtremis il suo sporco patrimonio e, con esso,i proprii osceni privilegi. Non hanno ancora capito che i loro orrendi giornali,le loro sciagurate televisioni ed i proclami urlati dai loro ripugnanti lacchè sono finiti. Per sempre.

  • E’ una situazione gravissima . Sembra che non esista più una minima garanzia democratica nelle nostre Istituzioni . L’ arma della demagogia viene continuamente affilata ed usata : l’ultima proposta di dimezzare i parlamentari per ridurre la spesa della politica mi pare un’ulteriore beffa.E’ senza dubbio un lapsus di chi sa bene di averne fatto scempio , prima con una legge elettorale truffa che gli ha permesso di portarvi chi …, poi esautorandolo della sua funzione legislativa . E noi a parlare ancora di democrazia …

  • purtroppo per lui, B. è alla frutta, disperato, quindi le ha provate tutte, questo è l’ultimo (spero) disperato tentativo di salvarsi……….
    ma la vita è così: prima o poi devi pagare i tuoi conti……..

  • Insomma il mezzobusto incerottato che da vent’anni circa fa fessi (v. l’Economist) alcuni milioni di italiani,con il consenso della variopinta sinistra nelle sue edizioni antecedenti e posteriori al crollo delle idee ; essendo egli sfuggito a suo tempo all’affollato santo lavacro nelle aule giudiziarie della sua Milano ed essendosi rifugiato in tempo utile in quelle politiche immunizzate della Capitale d’Italia,vorrebbe essere lasciato tranquillo di salire tra qualche anno sull’alto colle ad occupare le sale sicure dell’imperial regio palazzo e coronare la sua esistenza con un marameo urbi et orbi e un bunga bunga con amiche e amici !.
    E buona notte all’Italia !.

  • E alla fine il decreto è stato ritirato. Il blitz estivo delle leggi ad personam, quando la gente è in ferie e distratta, questa volta non ha funzionato. Questa volta, la “gente”, è forse più attenta, il vento di cambiamento che ha spirato a Milano, a Napoli, a Trieste, in Sardegna e negli esiti straordinari dei referendum, ha provocato una sorta barriera “civile” a difesa della legalità e dei diritti. B. ha cercato di imbrogliare non solo milioni di cittadini ma i suoi stessi alleati di governo, i suoi stessi ministri. Paradigmatico il commento del leghista Salvini: “non è più in grado di fare le riforme, sta tirando la corda”. Il cortocircuito tra B. e il Paese è ormai compiuto, a noi continuare la nostra protesta ferma e radicale nei contenuti, civile e determinata nei toni.

  • B. forse lascerà in tempi brevi il posto ad altri, ma gli effetti dolororosi della manovra continueranno a pesare su molte persone. Perdonate la mia rozzezza, è il mio primo intervento. Mi sono iscritta a LeG per contribuire ad un progetto che coniughi libertà e giustizia, per imparare dalle esperienze degli altri come sia possibile partecipare attivamente, elevare il tono del dibattito politico e culturale, operare in vista di un modello sociale in cui siano garantiti a tutti i diritti fondamentali. Naturalmente fate bene a segnalare la mancanza di senso della legalità di qualcuno che da molto tempo governa questo Paese. Ma poi? Ditemi cosa pensate della manovra. Sembra quasi che una parte dell’opposizione sia dispiaciuta che i tagli siano troppo pochi (rinviati … un brutto scherzo … dunque dovevano essere fatti subito!). Intorno a me vedo una crescente povertà. Istruzione e sanità devono essere garantiti o sono dei privilegi?
    Personalmente ho poca esperienza politica. Molti anni fa, precisamente nel 1994, dopo la vittoria di B., mi sono iscritta ad un partito per contribuire a costruire un’ alternativa ad un modello che non potevo condividere. Ma mi sono resa conto presto che, nonostante gli attacchi quotidiani a B., l’alternativa non sarebbe mai nata perché gli obiettivi politici non erano molto diversi (non è qualunquismo né antipolitica, non voglio cancellare le differenze). E perché anche l’alleanza con chi usava un linguaggio razzista e insultava le istituzioni era considerata possibile e decente. La mia delusione è stata grande. Lo dico con sofferenza.
    Correggetemi.

  • Bene cara Costanza,ma si tenga presente che il bunga ha uomini di fiducia colloccati in tutti gli anfratti di questa povera Repubblica,di cui può disporre e,alla bisogna,ricattare.
    Uno di questi è allocato all’Agcom e che ti combina ?: in segno di gratitudine per i benefici ricevuti, a spese di cappellacio,chiude con un catenaccio l’accesso e l’uso della rete a chi non è gradito al padrone dell’aere.
    Abbiamo nulla da dire al riguardo noi di LeG che della libertà in rete ci nutriamo ?.

  • Non è la prima volta che B. dice: “Io non ne sapevo niente”
    Prendiamola per buona: lui non ne sa mai niente, è innocente e immacolato come un bebè in fasce. E’ il mondo attorno a lui che fa e briga a sua insaputa, ma, guarda caso, a suo favore.
    Ma qual è il potere di seduzione che esala da quest’uomo?
    Non l’ho mai capito. Anzi tutto di lui, pensieri- parole- ed- opere, mi ha sempre fatto rabbrividire.
    A margine vorrei che si riflettesse con più profondità sul termine “Riforma”, così abusato e usato come passepartout in ogni discorso pseudo-politico. Anche quando sento questa parola detta dai nostri governanti mi prende una gran paura e mi chiedo: che cosa distruggeranno ancora? Quando dicono “Faremo le Riforme”, detto così in assoluto, mi prende lo sgomento.
    E in effetti quanto hanno già “riformato” questo paese! E’ un vero riformatorio!
    Saluti.
    Silvana

  • La Nemesi è già in opera e sta distruggendo ciò che il nano ,per i suoi conflitti ,aveva creato . Penso ormai che il declino è in discesa libera , ma purtroppo dov’è la sinistra? LITIGA COME SEMPRE. Come e dove dovremo cercare e trovare un leader?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>