Perseguitato

Verbo “perseguitare”: “Fare oggetto di una forma radicale e spietata di lotta o di oppressione. Generalmente per motivi etnici, politici o religiosi”.  Esempi: gli ebrei, i patrioti. Ma il segretario del Pdl Angelino Alfano, siamo certi, non ha consultato il dizionario della lingua italiana (Devoto-Oli) prima di lanciare il suo proclama a difesa dell’Utilizzatore Finale, spietatamente oppresso da folle di fanciulle avide, violente e spregiudicate.
Tutto il mondo ride.

2 commenti

  • Berlusconi perseguitato? Sarà come per Battisti…diventato un “perseguitato” agli occhi di Lula e di tutto il Brasile! Questo sempre grazie al Berlusca, che a forza di dire al mondo che Lui, in Italia, era oggetto di caccia grossa da parte della Magistratura, ha messo sul chi va là tutto l’Ordinamento Brasiliano tanto che questi quì, invece di limitarsi e dedicarsi al samba ed al futebol, hanno trasformato un assassino in un “patriota perseguitato” in Patria! Nella perfida Italia!!!

  • La storia è piena di perseguitati e incompresi. Berlusconi, però, si sente il più pereseguitato e incompreso di tutti. Stiamo attenti a chiosare ogni idiozia che dice. Gli regaliamo due volte la stessa bravata. E’ una scena già vista : nel fascismo non si faceva che vivere attorno alle frasi del Duce. Così facendo, la ciurma dei seguaci si rafforza nella fede. Mi fà una certa impressione tutto questo, siamo ai limiti della decenza. Stiamo su un piano inclinato, scivoliamo lentamente verso la dittatura.
    Anche Craxi diceva la stessa cosa di sè. E Gelli pure. Ma è di cattivo gusto piagnucolare sulle propie disgrazie. Mazzini aveva addosso tutte le polizie del mondo, Foscolo pure. Ma nessuno dei due si è mai lamentato di essere perseguitato, nonostante abbiano visto il peggio. Il paragone con i grandi non regge. Chi si lamenta è chi ha torto. Chi ha ragione resiste, lotta, stringe i denti.
    I veri perseguitati sono altri: Galileo Galilei che per sfuggire all’Inquisizione ha abiurato le sue idee, sono Giordano Bruno, che invece di abiurare si è fatto bruciare vivo.
    Per tornare ai nostri giorni, Berlusconi quando grida alla persecuzione è in buona compagnia: Vittorio Cecchi Gori, Danilo Coppola e Fabrizio Corona. Il primo un anno fà, dopo la fine dell’esperienza in carcere per bancarotta diceva: ‘Sono perseguitato da troppo tempo, ma sono pronto a risorgere.
    L’urlo plateale di Danilo Coppola fuggito dall’ospedale dove stava scontando i domiciliari, l’immobiliarista a una troupe di Sky dichiarò: ‘ Volevo rilasciare quest’intervista perchè mi sento vittima, sono vittima di una persecuzione che dura ormai da 10 mesi.’
    Infine Corona dichiarò: ‘ Ero uno spaccone ora sono un perseguitato.’ ”
    Prof. Luciano Canfora
    Io di mio a questa lista di lagnosi seguaci di Geremia aggiungerei anche Totò Riina che al processo di Palermo se la prese con i “giudici comunisti” (ritornello preferito dal nostro presidente del consiglio) ,guarda caso,
    che si erano permessi di giudicarlo e processarlo

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>