Stanchi? Nemmeno per sogno

Sospinti dai venti e dalle piogge di giugno volano i calcinacci, si sgretolano mura di certezze costruite in questi anni. Non c’è più nulla di granitico nella maggioranza. Il governo non ha i voti per la normale amministrazione, si moltiplicano summit notturni, i politici dello stretto giro berlusconiano cercano simpatia e comprensione.

Non sanno che pesci prendere, nemmeno le sedute spiritiche offrono conforto.

Non hanno più un orizzonte politico, solo un mucchio di interessi privati che rischiano di saltare.

Noi che siamo stati e siamo all’opposizione, noi società civile potremmo essere stanchi dalla lunga corsa senza soste. Alle spalle abbiamo mesi di mobilitazione di ogni genere: la piazza, le strade della democrazia, gli incontri con decine di migliaia di cittadini, gli appelli, le firme, i manifesti, i volantini.

Nella lunga notte della Repubblica non c’è stato concesso alcun riposo, né fisico né mentale. Davide contro Golia.

Tra poche ore, i referendum. Il più efficace strumento di democrazia diretta. Hanno cercato con tutti i mezzi di scipparlo e non ci sono riusciti. Sperano che non ci sarà il quorum. Noi dobbiamo dimostrare ancora una volta che non possono trascinare la nostra democrazia nella loro rovinosa caduta.

Il viale del tramonto è tutto di questa maggioranza di destra, delle loro urla, delle menzogne, dell’arroganza, dell’ignoranza. Tramonta quella politica che ha generato allarme in tutto il mondo civile: il regime mediatico che come un orologio rotto si è bloccato al tempo delle “cassette” e del cerone sul viso.

Andiamo tutti a votare il 12 e il 13. Quattro sì. Andiamoci presto domenica mattina e dimostriamo all’Italia che il quorum si può raggiungere, si deve raggiungere.

Oggi è il tempo delle sorprese, delle novità, delle cose che prima non accadevano e ora possono accadere, dei miracoli a Milano, a Napoli, a Cagliari e in tutta Italia.

Stanchi? Nemmeno per sogno.

8 commenti

  • Stanchi?SI!Di tutto ciò che impedisce al Paese di tornare ad essere normale,stanchi dell’abulico stato d’animo a cui ci ha condotto questo becero modo di governare,stanchi di chi egoisticamente ha scalfito l’orgoglio di una nazione.Desiderosi di gioire,di ritrovare un’identità,di risvegliarsi da un incubo,di rivivere un sogno come quello di maggio. SI,finalmente torniamo a votare.Finalmente possiamo gridare 4 volteSI. (Grazie di tutto, Presidente Bonsanti).

  • Bene la nostra Bonsanti.
    Non è giusto nè facile demordere ora che una delle mandibole più evidenti della servitù fanatica di Arcore si è mossa in direzione di LeG per arricchire i suoi orizzonti cognitivi.
    Prosit !.

  • Stanchi di sopportare Berlusconi, tutte le sue cazzate dette, fatte e spesso subite. Il 12 e 1l 13 giugno per me è festa, finalmente si va a votare, spero in massa, ai referendum con 4 si , che suonano come 4 randellate, sulla testa vuota di chi ci continua a prendere per i fondelli. Che Berlusconi la capisca, una volta per tutte che se ne deve andare fuori dalle balle, il popolo è sovrano, lui è nessuno che si crede l’Onnipotente.

  • Tutti ai seggi, con più forza che mai. Per il merito dei quesiti e contro un premier che, dopo la batosta, va avanti col solito mix di presunzione, panzane e condizionamento dei media

  • Ho già votato per il referendum consultivo regionale sul nucleare. Perchè anche quel voto non sia stato vano, andrò a votare anche domenica. Voterò per tutti e quattro i referendum. E voterò con enorme soddisfazione quattri grandiosi SI. Non perderò l’occasione per esprimere il mio totale dissenso alla politica dell’attuale maggioranza.

  • Stufi e disperati nel sentire il nome che ormai ha disonorato l’Italia. LUI arrogantemente non va a votare perchè dei problemi degli italiani non se ne frega per niente. Lui ha i suoi interessi e quelli degli altri li va a dimenticare nelle sue ville comprate sulle spalle e a spese degli italiani. 4 GRANDI VOTI SI, SI ,SI, SI e se fosse possibile anche 5 pur che vada via e paghi le sue nefandezze. Il lupo perde il pelo e non il vizio , avete visto che anche la Santanchè parla di un uomo malato?? Penso invece che fa diventare malati anche noi di esaurimento …nervoso.

  • Voglio fare una raccomandazione ancora a tutti voi: BERLUSCONI si accinge al non voto per non fare raggiungere il Quorum. Pertanto sponsorizzate ad amici e parenti e a quanta più gente possibile, perchè questo voto non è solo politico ma riguarda anche il futuro dei nostri figli, che non devono subire le conseguenze della nostra indifferenza. Berlusconi ormai ha promesso appalti ai pochi privilegiati e non può tirarsi indietro; e farà di tutto per continuare per la sua strada. Tocca ancora al popolo tutelare la propria libertà, con l’ unico strumento civile possibile: il voto. Io voto SI perchè la legge deve essere uguale per tutti; voto Si perchè nessuno deve speculare su un bene di tutti come è l’ acqua; dico Si perchè ormai le forme di energia alternativa danno lavoro a molte piccole imprese, mentre il nucleare per l’ Italia rappresenta un reale pericolo, sia per la sua morfologia, sia per il pericolo delle infiltrazioni criminali negli appalti, sia per il fatto che non abbiamo ancora idea come smaltire le scorie radioattive, sia perchè non ci conviene economicamente. Quattro “Si” per dire si al futuro dei nostri figli.
    Buon voto a tutti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>