Ora Basta! Tutti insieme per i Referendum

Venerdì 6 maggio a Firenze, LeG e tutta la società civile e i movimenti costruiscono Insieme la partecipazione allo sciopero generale della CGIL, saldandola alla mobilitazione per i referendum del 12 e 13 giugno.

Ci siamo trovati Insieme in piazza  Ognissanti alle 9.15 per fare un corteo che ha attraversato le vie del centro per confluire poi nel corteo principale della CGIL e concludersi poi in Piazza Santa Croce. Guarda le foto.
Eravamo tantissimi Insieme alle lavoratrici e ai lavoratori della CGIL del Maggio Musicale – Teatro Comunale, che aprivano il corteo.

Lo sciopero generale e i referendum sono due tappe fondamentali per chi vuole cambiare realmente e mandare via BERLUSCONI  e questo governo, per chi è consapevole dell’emergenza democratica e sociale che stiamo vivendo.

Un appuntamento costruito Insieme da tante delle realtà che hanno animato questa città, costruendo mobilitazioni continue e fare diventare lo sciopero generale una mobilitazione generale del Paese anche contro lo scippo dei referendum che il governo sta provando di fare.

Insieme è la parola chiave di questa giornata. Non si può scindere la lotta per la democrazia e la difesa della Costituzione dall’eversione continuata di Berlusconi da una parte dalla lotta per per l’occupazione e contro la precarietà dall’altra, come non si può separare la lotta per la scuola, l’università e la ricerca pubblica dall’impegno per un’alternativa sostenibile di modello economico e ambientale.
Insieme per un bel 6 maggio partecipato con tutti i colori, le mani e le facce della pace,  dell’accoglienza, dei beni comuni, delle energie alternative al nucleare, dell’impegno per la giustizia e l’eguaglianza di fronte alla legge secondo i principi costituzionali.
Insieme perchè non esiste difesa del lavoro senza difesa dei referendum.
Insieme perchè siamo lavoratori/lavoratrici e siamo società civile, movimenti, voci non mute e non sopprimibili.
Insieme per l’accoglienza dei migranti e dei profughi di guerra
Insieme perchè il diritto di chi lavora è anche il diritto ad avere l’acqua come bene comune, un’energia pulita, una giustizia non inquinata da leggi ad personam
Insieme per cambiare
Insieme per i 4 si al referendum
Insieme per la vittoria referendaria del 12 e 13 giugno.

Hanno aderito: Comitato referendario provinciale “2 sì per l’acqua bene comune” di Firenze; Comitato locale di Firenze di Attac Italia; perUnaltracittà; Carovana per la costituzione sempre; Uniti contro la Crisi; Ass. x sinistra unita e plurale -Rete@ Sinistra; Libertà e Giustizia; Rete antirazzista; CGIL Maggio musicale; Italia non è un bordello- cazerolazos; Cooperativa politica fiorentina; Libere Tutte; Liberi di decidere; Comitato SE NON ORA QUANDO – Firenze;   Comitato di Firenze VOTA SI’ per FERMARE IL NUCLEARE , CGIL-Biblioteca nazionale centrale di Firenze.

1 commento

  • Il saccheggio silenzioso da parte di berlusconi della res pubblica si sta attuando inesorabilmente da 17 anni. Oltre al parlamento i predoni della maggioranza si dividono i soldi pubblici,il territorio italiano,l’acqua pubblica.E’ di oggi la protesta dell’Ue sulla concessione delle spiagge pubbliche per cento anni cento a privati,spogliando gli italiani,oltre che delle garanzie istituzionali,anche del patrimonio italiano,dell’acqua pubblica,in una parola della res publica.Neanche i più famigerati raiss arabi hanno fatto questa devastazione.Una devastazione silenziosa che annienta il Paese peggio di Ben Ali,Gheddafi e Bin Lade

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>