Referendum!

La ricostruzione del nostro Paese, la sua rinascita culturale e istituzionale cominceranno un minuto dopo la vittoria nel referendum che butterà alle ortiche la vendetta di Silvio Berlusconi sulla magistratura italiana. Sempre che il Parlamento non l’avrà affossata prima.

3 commenti

  • Da 17 anni abbiamo affidato la res pubblica,il bene comune,i soldi pubblici a un pregiudicato che ora non esita a dire che è entrato in politica per far fuori la giustizia.Ora questo pregiudicato è riuscito a mettere le mani anche sulla giustizia per annientarla e consegnarla alle sue cricche,cioè alla malavita organizzata ed eversiva che ha fatto strame dei soldi pubblici(le cricche,verdini,balducci ,anemone)Oltre che impoveriti da chi si è arricchito con posti di governo,gli italiani non hanno più una costituzione che li garantisce e li rende uguali davanti alla legge.In nessun Paese al mondo un imputato riforma la giustizia

  • Sono contenta che ci sia questo Referendum e spero che gli Italiani vorranno parteciparvi in massa. Non è una cosa saggia che i cittadini, disgustati dalla corruzione degli ambienti politici, non vogliano più andare a votare. E’ vero che la politica è sporca, ma se staremo con gli occhi aperti sarà sempre un po’ meno sporca. Cerchiamo dunque di essere informati sui problemi del nostro paese e di prendere posizione, mostrando di disapprovare chi, come il nostro premier, usa la politica solo per fare i propri interessi e risolvere i propri problemi con la giustizia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>