La fiaccolata Fiom per il No

Circa tremila persone, secondo la stima degli organizzatori, per la manifestazione organizzata dalla Fiom a sostegno degli operai Fiat. L’appuntamento era in piazza Statuto per un corteo diretto a piazza Castello. Torce e bandiere della Fiom dietro lo striscione “Mirafiori: l’accordo della vergogna”. In prima fila, il segretario generale della Fiom Maurizio Landini e il responsabile del settore auto, Giorgio Airaudo. A sostegno delle ragioni dei metalmeccanici della Cgil anche rappresentanze di altre categorie, comuni cittadini e politici della sinistra. C’era anche una delegazione di Libertà e Giustizia.

Dalle 22, in fabbrica, si comincia a votare per il referendum sull’accordo del 23 dicembre scorso. Saranno gli operai del turno di notte, quello delle 22, i primi a votare. Il 14 gennaio gli addetti del primo e secondo turno; la votazione si concluderà domani alle 18.45.

LeG: a chi fa gioco un rifiuto?

1 commento

  • Gli organizzatori mi sono parsi molto modesti, via Garibaldi è lunga 1500 metri, sulla larghezza ci stanno una decina di persone, io avrei detto almeno 10 o 15mila se non di più.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>