La Brambilla e l’Aci: amici e parenti nel cda per gestire il Gp di Monza

Il ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, secondo quanto anticipato da Repubblica lavora a costruire una nuova governance dell’Aci milanese, collocando nel cda, attraverso un commissario di fiducia, il figlio di La Russa, Geronimo e anche Eros Maggioni, compagno del ministro Brambilla e nominando commissario straordinario Massimiliano Ermolli, figlio di uno degli uomini più vicini al premier. Ora è stato presentato un esposto alla  Procura di Monza.

L’Aci, acronimo di Automobile club d’Italia, è un ente pubblico, con un milione di soci e 3400 dipendenti; comprende una ventina di società collegate. Il fatto è che l’ufficio milanese gestisce tra l’altro il Gran Premio di Formula Uno di Monza che vale circa 50 milioni di euro, ma anche un patrimonio di palazzi  -  tra cui corso Venezia 43 e 45 a milano  -  terreni, aree ora occupate da distributori di benzina che valgono altri 70 milioni.

5 commenti

  • per la serie: tengo famiglia.
    prima c’era l’umberto che mandava fratelli e figli a fare i portaborse a bruxelles o all’osservatorio sull’efficacia e trasparenza del sistema fieristico lombardo (???), ma sempre a prendersi uno stipendi a nostre spese.
    ora c’è la ministressa turistica che manda il compagno e i parenti degli amici a gestire il budget del gran premio di formula 1.
    padani o no, teniamo famiglia!

  • Si chiude il cerchio? Ad ACI informatica, una delle società di ACI, è stato assegnata la realizzazione del portale italia.it: un elenco di link che ad oggi è costato 8 milioni di euro, 3 più di quelli annunciati, ma “sforare” è evidentenete la strategica del Ministro senza portafoglio Brambilla che, stando a quanto pubblicato in questi giorni ha speso solo per il funzionamento del Ministero del turismo che non esiste, sottolineo, non esiste, 15 milioni di euro. Mentre complessivamente la spesa è stata di circa 198 molioni con una variazione rispetto alle previsioni di circa 113 milioni

  • Perché ci meravigliamo ? La faccenda dell’ ACI di Milano è ancora un’ inezia, una sciocchezzuola, un regalino da niente alla Signora Maria Vittoria …
    Con la schiera di servi e serve alle sue dipendenze, l’ Uomo del Destino 2000, quello dell’ Amore settantaquattrenne e stramiliardario ce ne farà vedere ancora delle belle …. e certamente, rimpiangeremo il fascismo che, almeno, mandava i treni in orario.

  • Tira aria da basso impero… ma ce la fara’ la povera Italia a risollevarsi da questo baratro in cui e’ precipitata grazie a queste “brillanti” figure (ministra brambilla , ministro la russa, ministro bossi e compagnia cantante….)???

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>