Il gelo degli imprenditori sul Cavaliere dimezzato

È bastato lo slogan del partito “nonbastista” recitato a più riprese da Emma Marcegaglia nella sala dell’Auditorium di Renzo Piano dedicata a Santa Cecilia Martire a rendere insolitamente domo Silvio Berlusconi.

Il premier parla a una platea di “colleghi” imprenditori per la prima volta perplessi se non disincantati di fronte al suo pacato pallore oratorio. La manovra tremontiana è corretta, va bene per rallentare la spesa e arginare l’evasione “ma non basta”, ha ripetuto come un mantra Emma, forse inconsapevolmente replicando il classico topos “benaltrista” del vecchio Partito comunista italiano (“Ci vuole ben altro”, risuonava spesso alla fine dei Comitati centrali) sullo sfondo del Politburo confindustriale nel quale per la prima volta, tra gli anziani, spiccava, l’esile figura del giovane John Elkann.

continua a leggere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>