Cautele e dubbi

Quando un’inchiesta giudiziaria coinvolge o lambisce, talvolta nemmeno sotto l’aspetto penale, uomini del governo e delle istituzioni, è inevitabile che susciti interesse, fibrillazione e pure qualche tentativo di inquinamento. Per esempio attraverso le informazioni veicolate o interpretate. Ancor più quando è indagato un importante sottosegretario e dopo che un ministro s’è dimesso per poter meglio giustificare la propria posizione.
L’indagine sugli appalti dei Grandi Eventi e il sottobosco circostante dovrebbe aiutare a fare chiarezza sul presunto malaffare nascosto in quel giro di lavori e di milioni, ma al momento non si sa nemmeno quale ufficio giudiziario sarà chiamato a portarla avanti.

continua a leggere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>