Per contare di più

Ora è come essere in mare aperto, il sito che ci ha accompagnato dal 2002 è ancora con noi, nell’archivio di LeG, la memoria storica di quanto abbiamo fatto tutti insieme in questi anni di passione della nostra Repubblica.

Poco? Abbastanza? Ci siamo misurati con le forze della società civile, che ora emergono prorompenti ed esigenti, ora scelgono di sommergersi in attesa che il vento passi e torni un’alba diversa.
Oggi impariamo ad essere altrove, nell’universo dei social network, dobbiamo contare di più perché risorgere richiede energie, volontà, sacrificio, fantasia, saggezza. Dobbiamo puntare sulle nostre forze perché i partiti si sono sempre più addentrati nel loro orticello, guidati da una classe dirigente incapace di dirigere e dirigersi. Amano il palcoscenico più che la penombra dello studio e della riflessione.

Vorremmo che LeG portasse nel web la fierezza di messaggi non provvisori e non superficiali, che riuscisse a diffondere insieme le ragioni del comprensibile malessere ma soprattutto la volontà di affrontare il futuro prendendo di petto le difficoltà: non ci lasceremo deprimere e cercheremo di affrontarle giorno dopo giorno.

Il cielo stellato sopra di noi e la legge morale dentro di noi.

* Sandra Bonsanti è presidente di LeG

2 commenti

  • Pingback: Per il Risorgimento del nostro Paese | Libertà e Giustizia

  • Sandra si contaddice…?

    Sandra dice”… dobbiamo contare di più perché risorgere richiede energie, volontà, sacrificio, fantasia, saggezza. Dobbiamo puntare sulle nostre forze perché i partiti si sono sempre più addentrati nel loro orticello, guidati da una classe dirigente incapace di dirigere e dirigersi…”

    E poi mi sembra cada in contraddizione chiedendo di portare i partiti dell’opposizione da Napolitano per perorare una nuova legge elettorale.

    La via maestra in perfetta consonanza col “Per contare di più” della prima Sandra, è l’uso estremo dell’art. 71. I blasonati Padri Costituenti hanno lasciato nelle disponibilità della cittadinanza uno strumento di democrazia diretta, l’art.71, proprio perchè possa intervenire direttamente laddove i delegati al Parlamento si rivelassero incapaci, inetti o peggio collusi e orientati al degrado del paese e della democrazia.

    E’ evidente che le condizioni perchè la Società Civile prenda direttamente in mano il proprio futuro, siano più che mature. Solo così potremo “…contare di più perché risorgere richiede energie, volontà, sacrificio, fantasia,FANTASIA, saggezza. … L’art. 71 da usare in modo estremo: non 1 legge e 50 mila firme, ma 10 leggi di riforma e 10 milioni di firme in perfetta consonanza con la COSTITUZIONE art 71 e art 1.

    A rieccolo Paolo Barbieri

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>