Nasce a Merano il 40mo Circolo di LeG

In Alto Adige a Merano, il pomeriggio del 24 aprile presso la sala dell`Associazione culturale Merano Arte, edificio Cassa di Risparmio, alla presenza della segretaria nazionale Costanza Firrao, si è costituito il quarantesimo circolo di LeG. Una cinquantina di persone ha preso parte all’evento che è stato inserito all`interno del programma del Free Sounds, il Festival promosso dall`associazione musicale Conductus, in occasione del 25 aprile. Sollecitati dalla comune urgenza di interrogarsi intorno ai temi della legalità, della responsabilità personale, della cittadinanza attiva, della fragilità delle istituzioni minacciate da una maggioranza di governo che dimostra la ferma volontà di asservirle alle finalità dei propri affari, un gruppo di meranesi ha riconosciuto nella costituzione di un circolo di Libertà e Giustizia, la possibilità di dare vita a uno spazio di dialogo e sereno confronto. L´auspicio è quello di ritrovare insieme parole e modalità di confronto, libere degli stereotipi della politica dei partiti di cui i media riportano solo drammatiche testimonianze. I giovani, le generazioni che dovranno portare l`eredità di questi nostri giorni, sono al centro delle aspirazioni del circolo meranese. Coinvolgerli, chiederne il contributo, dare loro la possibilità di conoscere che fare politica non è “cosa sporca” ma una possibilità di essere persone protagonisti del proprio futuro, è un altro grande obiettivo di questo nuovo circolo.In una realtà particolare come quella altoatesina, con la sua peculiarità di territorio di confine, l`incontro tra lingue e culture differenti costituisce uno stimolo alla comune ricerca di forme nuove di dialogo, scambio e convivenza, arricchite appunto dalle molteplici forme di conoscenza e dalle variegate esperienze.

“Tenere aperte” le porte, come raccomandava con calore Costanza Firrao, non costituisce quindi solo un auspicio ma la premessa stessa, la condizione per poter esprimere anche in Alto Adige una volontà di non “subire” cambiamenti ma di esserne protagonisti. Come in altre parti d`Italia anche qui si sente la necessità di riappropriarsi di contenuti e di individuare obiettivi in una prospettiva di bene comune, ben aldilà della frammentazione in nome degli interessi particolari a cui la scena politica sembra comunemente orientarsi. Studiare, conoscere, approfondire con serietà tematiche connesse alla costituzione italiana, verificarne i limiti e porsi a stimolo delle migliori forze politiche disposte ad accoglierle, è certamente un ulteriore macro obiettivo del neonato circolo meranese di LeG.L´augurio, infine, è quello di non cedere alla tentazione di propugnare “verità” definitive ma di essere capaci di farsi carico di una continua ricerca di forme migliori di vita per tutte le donne e gli uomini che vivono su questa terra.
* L’autrice è socia LeG di Merano

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>