Legittimo impedimento, Napolitano firmaCalderoli presenta la bozza sulle riforme

Il Libretto nero della democrazia // Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha promulgato il disegno di legge sul legittimo impedimento del presidente del Consiglio e dei singoli ministri a comparire in processo. Il provvedimento, approvato in via definitiva dal Senato il 10 febbraio scorso, entra in vigore con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Adesso la più larga condivisione sulle riforme istituzionali va cercata in Parlamento, è questa la posizione che il Presidente Napolitano ha ribadito al ministro per la semplificazione legislativa Roberto Calderoli, ricevuto al Quirinale.
Il Capo dello Stato, come informa una nota ufficiale, “ha ricordato e ribadito i punti di vista da lui ripetutamente espressi circa la necessità e le possibilità di ricerca della più larga condivisione in Parlamento delle scelte da compiere in questo campo di speciale complessità e delicatezza”. In relazione all’incontro tra Napolitano e Calderoli, il Quirinale precisa che “esso è stato dedicato all’esposizione da parte del ministro degli orientamenti generali in discussione nel Governo e nella maggioranza in materia di riforme istituzionali”. A conclusione dell’incontro “il ministro ha consegnato al Presidente una prima bozza di lavoro; non poteva esservi e non vi è stato – si sottolinea nella nota – alcun esame dei suoi specifici contenuti”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>