Menomale che ci lascia la Costituzione

Dice Berlusconi che l’adunata di Roma è per difendere “la libertà e la democrazia”. Ma il testo che invia per convocare il popolo tramite email è un po’ diverso. Dice: “la nostra libertà e la nostra democrazia”.
Qui casca l’asino, per usare un eufemismo. Quel “nostro” cozza sia con la parola libertà che è di tutti e non sua né del Pdl, sia con la parola democrazia, che è di tutti e non soltanto sua e del suo finto partito.
Berlusconi chiama a raccolta i cittadini per difendere la sua libertà di fare quel che vuole. Contro le regole e la legge che invece deve essere uguale per tutti. Per fortuna ha risparmiato la Costituzione: quella non gli piace proprio e non si sente di chiamare nessuno a raccolta per difenderla, nemmeno aggiungendovi “nostra”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>