Fascismo di ieri, populismo di oggi

Leggi il testo completo dell’intervento // È giusto riconoscere che la nostra carenza del senso delle istituzioni pubbliche e della loro etica viene da lontano. Affonda le sue radici nella storia di un’Italia frammentata tra signorie e dominazioni, divisa tra guelfi e ghibellini. In essa tentativi di riforma spirituale non hanno potuto imprimere, come invece in altri paesi europei, un alto senso dello stato e della moralità pubblica. Infine, in questi ultimi 150 anni di storia della sua unità, l’Italia si è sempre ritrovata con la questione democratica aperta e irrisolta, anche se solo con il fascismo l’involuzione giunse alla morte della democrazia.La Liberazione e l’avvento della Costituzione repubblicana hanno invece fattorinascere un’Italia democratica, che, per quanto segnata dal noto limite politico di una democrazia bloccata (come fu definito), è stata comunque democrazia a sovranità popolare.
continua a leggere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>