I sostenitori di Bersani

Massimo D’Alema: “Siamo alla scelta di un leader per il Pd e io penso che Bersani sia la persona più adatta. Io penso che un grande partito, che viene da un anno e mezzo difficile, e che ha sulle spalle due sconfitte piuttosto pesanti, normalmente cambia, e il cambiamento è Bersani”.
Rosy Bindi: “Dopo la relazione di Franceschini, sono ancora più convinta che lo spessore politico è qui, con Bersani”. Ultimo colpo dopo tre ore di attacchi durissimi suoi e dei fedelissimi alla filosofia del Lingotto veltroniano, la cui macchia primaria è “di aver delegittimato – attacca il vicepresidente della Camera – 15 anni di Ulivo”.
L’ex sottosegretario a Palazzo Chigi, Enrico Letta
Nicola Zingaretti: perché “a me questo Pd, così come è venuto fuori, non piace”.
Agazio Loiero – La componente del Pd calabrese che fa riferimento al presidente della Regione Calabria, ha aderito alla mozione di Pier Luigi Bersani in vista del congresso nazionale del Partito democratico.
Mecedes Bresso: “Pierluigi Bersani è uno dei pochi, veri, riconosciuti e riconoscibili riformatori di questo Paese”.
Carlo Azeglio Ciampi: “Bersani può essere un’ottima combinazione del nuovo che ha esperienza della vecchia identità. Un autentico rifondatore”.
L’eurodeputato Gianni Pittella, “i nostri iscritti voteranno per l’originale (Bersani), e non per la fotocopia”
Aldo Corgiat, sindaco di Settimo Torinese è coordinatore piemontese della mozione Bersani: “Smettiamo di fare gli americani senza l’America – afferma Corgiat – occupiamoci dell’Italia e degli italiani.

Nei prossimi mesi ci sentirete parlare di lavoro, di assistenza e solidarietà, di sicurezza, di crisi e di sviluppo economico, di ricerca, di energia e di ambiente. Vogliamo rimotivare il progetto del Partito democratico – sottolinea – ripartendo da temi concreti, senza rinunciare ad una ispirazione ideale fondata sui principi di uguaglianza, libertà e pari opportunità”.
“Caro Pierluigi, ho aderito al Partito Democratico perché ci sei tu, per affiancarti in questa sfida che dovrà portarci a creare un partito vero, opposto a quello liquido, un partito che sia tra la gente.” Inizia con queste parole la lettera inviata dal sindaco de L’Aquila Massimo Cialente a Pierluigi Bersani per annunciargli il proprio sostegno nella corsa alla segretaria nazionale del Pd.
amministratori pro-Bersani, come Vasco Errani e Rita Lorenzetti.
Filippo Penati, coordinatore della candidatura di Pier Luigi Bersani.
II senatore Filippo Bubbico: “Ha ragione Ciampi, serve una buona politica, servono classi dirigenti consapevoli. Con le politiche sostenute da Bersani e oggi ribadite dal senatore Ciampi auspichiamo una nuova stagione di impegno, di responsabilità politica, di sviluppo per il bene del paese e in particolare del mezzogiorno”.
Il presidente della Regione Toscana Claudio Martini: “Mi sento più vicino a Bersani, per il suo vissuto e il suo modo di ragionare. Penso quindi di sostenerlo, pur in modo dialettico e certo non acritico”.
“Senza ma e senza se”: l’appoggio di Antonio Bassolino, presidente della Regione Campania, a Pierluigi Bersani, candidato alla segreteria nazionale del Pd, è chiaro, ma sarà decisivo “il modo in cui ci si rapporterà al Mezzogiorno.
“Bersani ha tagliato da un bel pezzo la barba di Marx e anche quella di Che Guevara.


L

e


c

r

o

n

a

c

h

e


l

o


r

i

c

o

r

d

a

n

o


p

i

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>