La lezione di Pompeo, in Sicilia con LeG per un’Italia migliore

Il ricordo di Pompeo Mangano riporta ai primi passi di LeG nel Mezzogiorno. La ricerca di punti di riferimento nel Sud, a Palermo e a Napoli innanzitutto, si sposava nel 2003 con la necessità di valutare con attenzione una realtà complessa nella quale la disponibilità di persone doveva essere verificata con cautela. Di Pompeo Mangano ci colpì subito la serietà e la sincerità di valori e di motivazioni: un giurista che, dopo decenni di studio e impegno professionale che lo avevano portato ad una cattedra universitaria e a una significativa produzione scientifica, un giurista sentiva il dovere di un impegno culturale e politico e di un rapporto nuovo con la società. In maniera toccante Mangano esprimeva lo stato d’animo di una persona che, dopo aver costruito un solido retroterra di valori familiari e sociali aveva un debito da pagare alla collettività, in tempi nei quali si profilavano disegni eversivi e attacchi allo stato di diritto. Pompeo Mangano ci metteva in contatto con una rete di professionisti e universitari di Palermo che, volevano una crescita della Sicilia saldamente ancorata ai valori espressi da Falcone e Borsellino: lo Stato come garanzia per tutti, in particolare per le categorie più deboli, la legalità come condizione prioritaria di convivenza nella vita collettiva. Con dolcezza, umiltà ma al tempo stesso molta fermezza, Pompeo Mangano ci ha confortato nella speranza di un’Italia migliore: con dolore e tristezza gli garantiamo che il suo messaggio non è caduto nel vuoto e che LeG, per lui e i suoi amici, continuerà nel suo impegno.

1 commento

  • Mi associo all’ottima evocazione fatta dall’amico Aldo Gandolfo di quella squisita figura di giurista, il nostro Prof. Pompeo Mangano che fu altresì animatore di LeG in Palermo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>