Le nostre coscienze contro Berlusconi

La politica del governo Berlusconi in tema di giustizia dovrebbe essere ormai chiara anche a chi nel passato aveva finto di non vedere: indebolire il sistema giudiziario a proprio vantaggio e come disegno complessivo e strategico. L’intollerabile progetto messo in atto attraverso deliranti attacchi a giudici e pm, per la prima volta nella storia attraverso la lettura in Parlamento di un inaudito messaggio contro la magistratura milanese, deve scuotere le nostre coscienze di liberi cittadini e dei politici di opposizione: se si è arrivati a questo punto lo si deve anche alla politica sulla giustizia dell’ultima legislatura, che ne ha fatto merce di scambio senza affrontarne le urgenze di funzionamento, né i temi di principio. LeG impegna tutti i suoi circoli e tutte le sue capacità organizzative a promuovere momenti di mobilitazione e di dibattito, indispensabili a far pressione sulle forze che in parlamento decidono di denunciare la gravità della situazione.

1 commento

  • Sapete qual è il mio sogno più bello, una delle infinite possibilità della mia esistenza? Assistere al trionfo della Giustizia, vedere un giorno Berlusconi in manette entrare nel carcere di San Vittore magari con qualche familiare, finalmente presentato alla pubblica opinione per quello che veramente è: un delinquente!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>