“Black list” dei prof ebrei, LeG si costituirà parte civile

Nel denunciare l’orrore della “black list” comparsa in internet, di 162 professori ebrei, accusati di “fare lobby” a favore dei “sionisti”, LeG annuncia fin d’ora che si costituirà parte civile contro i responsabili che si augura siano rapidamente individuati.
LeG richiama la vigilanza dei provider di servizi che hanno il compito di impedire che simili contenuti finiscano nella Rete.La vicenda è tanto più inquietante in quanto si inserisce in un clima di insofferenza e crescente antisemitismo provenienti purtroppo da molti settori della società italiana.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>