Scuola di LeG: nasce il Comitato scientifico

L’associazione Libertà e Giustizia consolida il progetto avviato nel 2007 con la prima edizione della Scuola di formazione politica nazionale. Per l’edizione del 2008 e per quelle degli anni successivi la scuola viene intitolata a Giovanni Ferrara. Confermata la sede presso il prestigioso collegio Ghislieri di Pavia.
L’obiettivo è fornire solide basi concettuali sia a chi si avvicina al mondo della politica con interesse ed entusiasmo sia a chi già ci lavora, nonché fornire uno spazio di ricerca culturale in continuo divenire, aperto ai mutevoli cambiamenti della nostra società.
E’ stato istituito un Comitato scientifico che sarà composto da Salvatore Veca, direttore della Scuola, Sandra Bonsanti, presidente di LeG, dai garanti Umberto Eco e Giovanni Bachelet, e da Vittorio Grevi, professore di procedura penale a Pavia, Andrea Belvedere, rettore collegio Ghislieri, professore di Diritto civile a Pavia, Carlo Alberto Redi, professore di Zoologia a Pavia, Gustavo Zagrebelsky, presidente emerito Corte costituzionale, Virginio Rognoni, docente di Istituzioni di diritto processuale a Pavia, già vice presidente del CSM e Alessandro Cavalli, professore di Sociologia a Pavia e presidente dell’associazione Il Mulino.
Il Comitato organizzativo sarà composto dal coordinatore Antonio Maria Ricci, dai soci del circolo pavese di LeG e dalla segreteria nazionale dell’associazione.

Nel mese di settembre verrà reso noto il programma dettagliato che si articola in tre moduli della durata di un week-end ciascuno (dal venerdì alla domenica), e che si svolgeranno nei mesi di gennaio, febbraio e marzo. I tre moduli saranno dedicati rispettivamente ai principi e ai valori in politica, al ruolo delle politiche pubbliche e ai livelli di governance. E’ inoltre previsto un quarto modulo che vuole offrire agli allievi la possibilità di preparare e discutere una relazione su un argomento in cui siano rintracciabili riferimenti a uno o più temi proposti dai docenti. Il modulo mira a stimolare le capacità d’analisi e di proposta politica e le capacità comunicative e di confronto pubblico.
L’offerta della scuola nazionale si arricchisce di un modulo tematico dedicato al mondo della sanità e delle scienze biomediche con iscrizioni indipendenti rispetto ai quattro moduli base.
Sono inoltre allo studio del Comitato scientifico le proposte di istituzioni di corsi in altre università italiane.
La scuola di formazione politica di Libertà e Giustizia organizzerà ogni anno incontri e dibattiti con gli ex alunni.
Per informazioni: Segreteria Libertà e Giustizia 0245491066 info@libertaegiustizia.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>