Il disubbidiente anomalo

Un bellissimo libro “Il fratello comunista”. Come sia definibile è difficile dirlo: un insolito saggio; un apologo; un racconto; una confessione; un pezzo di storia del Novecento tra guerre, rivoluzioni, comunismo, fascismo, liberalismo; un’analisi psicoanalitica con due pazienti; un monologo interiore crudo e insieme affettuoso; una lezione; un parlare arduo e liberatorio con il fratello morto; un’opera poetica; una voce sommessa, ma interiormente alta che spezza i silenzi di una vita; un lungo riflettere su se stesso, sul padre, sul fratello maggiore; una ricerca del passato senza nostalgia, ma fervida di affetti; un trattatelo di politica; una laica preghiera.
Leggi tutto l’articolo …

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>