Cinque priorità per il governo dell’Unione

C

h

i

u

s

o


<
A


h

r

e

f

=




h

t

t

p

:

/

/

w

w

w

.

l

i

b

e

r

t

a

e

g

i

u

s

t

i

z

i

a

.

i

t

/

b

l

o

g

_

g

e

n

e

r

a

l

e

/

m

e

s

s

a

g

g

i

0

2

.

a

s

p

?

i

d

=

3

6

&

a

m

p

;

p

r

o

p

r

i

e

t

a

r

i

o

=

2

0

7




>

<
S

T

R

O

N

G

>

i

l


b

l

o

g

,

<
/

S

T

R

O

N

G

>

<
/

A

>


e

c

c

o


i


r

i

s

u

l

t

a

t

i

.


G

l

i


i

n

t

e

r

v

e

n

t

i


d

i


s

o

c

i


e


s

i

m

p

a

t

i

z

z

a

n

t

i


s

o

n

o


s

t

a

t

i


6

0

,


m

o

l

t

o


p

r

e

c

i

s

i


e


b

e

n


a

r

t

i

c

o

l

a

t

i

.


I

l


r

i

p

r

i

s

t

i

n

o


d

e

l

l

a


legalità è il filo conduttore di tutti i messaggi. I provvedimenti prioritari e ineludibili riguardano la revisione delle leggi varate dal governo Berlusconi, il conflitto d’interessi, la lotta alle mafie, all’evasione fiscale e alla politica dei condoni. Altro tema molto sentito è quello della difesa della scuola pubblica, dei finanziamenti alla ricerca e alla cultura. Riforme nel mondo del lavoro: dalle politiche di sostegno ai giovani al salario minimo garantito per i senza reddito (come accade in tutta Europa), dalla tassazione delle rendite finanziarie alla riduzione del precariato, dal rilancio dell’industria con incentivi a chi investe nella ricerca e nell’ammodernamento degli impianti, alla liberalizzazioni delle professioni e all’abolizione degli albi. Molti ritengono indispensabile l’abrogazione della legge costituzionale varata dal Polo e una revisione del Concordato. Infine, il pianeta Giustizia: adeguamento degli organici della magistratura (penale e civile) e del personale dipendente. Inasprimenti di pene per terrorismo, mafie (in specie racket e riciclaggio), violenze sui minori e donne, evasione fiscale oltre un tetto minimo, reati contro la fede pubblica e corruzione, recidivi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>