LeG si mobilita per il referendum

Parte dal coordinamento Salviamo la Costituzione la raccolta di firme per il referendum anti-devolution. Una delegazione di Libertà e Giustizia composta dalla presidente Sandra Bonsanti, dal garante Giovanni Bachelet e da Simona Peverelli del consiglio di presidenza ha accompagnato in Cassazione il presidente emerito della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro che è il primo firmatario del referendum per l’abolizione delle 54 modifiche apportate alla Costituzione dal governo Berlusconi.
Per i prossimi tre mesi, l’associazione si impegna in una mobilitazione straordinaria che coinvolge circoli, soci e simpatizzanti per la raccolta delle firme.
La decisione di promuovere il referendum è la tappa finale di una campagna in difesa della nostra carta fondamentale iniziata a febbraio 2004, con l’acquisto di spazi pubblicitari sui maggiori quotidiani italiani, per denunciare lo scempio del progetto di riforma e proseguita poi in tutti questi mesi, man mano che la riscrittura della Costituzione voluta dalla Casa delle Libertà concludeva il suo iter nella doppia lettura di Camera e Senato.
Libertà e Giustizia si è sempre battuta perché attorno alla difesa della Costituzione del ’48 si mobilitasse il più ampio arco di forze politche e della società civile.

Le presenze nel comitato per la raccolta delle firme sono una conferma dell’opportunità e della necessità di questa iniziativa.

Md e i movimenti sostengono il referendum

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>