E ora il decreto taglia-ferie

Questa estate niente ferie. E’ questa la conseguenza logica dell’ultima dichiarazione di Berlusconi. L’Italia è in recessione, il Pil è in drastico calo, l”economia del paese arretra. Il presidente del Consiglio ha una spiegazione: “Siamo a marzo, ci sono state le vacanze di Pasqua, non si può andare al mare e pretendere che il pil cresca”. Niente vacanze dunque per i parlamentari, per la politica, per i club di Forza Italia. C’è da giurare che nemmeno a Mediaset ci sarà chi oserà chiedere un solo giorno di ferie.
Infine, non resterà che una soluzione: abrogare con un decreto le ferie di tutti gli italiani, tranne le sue, ovviamente, perché quando sta a villa Certosa, ilvio Berlusconi è come se fosse a palazzo Chigi e quel che fa e chi vede è coperto dal Segreto di Stato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>