Appello contro il riconoscimento ai Repubblichini della qualifica di belligeranti

Da Firenze, città medaglia d’oro della Resistenza, un appello contro il disegno di legge che riconosce la qualifica di militari belligeranti ai repubblichini di Salò
E’ con forte sdegno che abbiamo appreso che il Senato della Repubblica discuterà nei prossimi giorni il Disegno di legge di Alleanza Nazionale n.2244 con il quale si dovrebbe consentire il “riconoscimento della qualifica di militari belligeranti a quanti prestarono servizio militare dal 1943 al 1945 nell’esercito della Repubblica sociale italiana (RSI)”.
Crediamo che tutti i democratici e gli antifascisti debbano mobilitarsi per impedirre una grave offesa alla nostra storia, a chi è morto per la nostra libertà, a quei soldati che, fedeli al nostro Paese dopo l’8 settembre, furono massacrati dai nazisti.
Facciamo un appello ai consigli dei Comuni italiani perché approvino una Risoluzione, come ha fatto Firenze, per chiedere al Parlamento di respingere il Disegno di Legge e al Presidente della Repubblica di esercitare tutti i suoi poteri per non firmare una legge che rappresenterebbe una vergogna per il nostro Paese.Chiediamo a tutti i democratici di aderire alla nostra iniziativa
Primi firmatari. leonardo Domenici, sindaco di Firenze, Claudio Martini, presidente della Regione Toscana, Matteo Renzi, Presidente della Provincia di Firenze
Per aderire all’appello: INVIARE EMAIL A: noasalo@hotmail.itfax 055.2768356
Una legge contro la storia
Risoluzione n.


1

4

0


a

p

p

r

o

v

a

t

a


d

a

l


C

o

n

s

i

g

l

i

o


C

o

m

u

n

a

l

e

n

e

l

l

a


s

e

d

u

t

a


d

e

l


2

1


f

e

b

b

r

a

i

o


2

0

0

5

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>