Riforme, nasce il coordinamento per il referendum

La riforma costituzionale verso il referendum: continua la battaglia in Parlamento, nasce un coordinamento nazionale per una campagna di informazione e mobilitazione in tutte le città d’Italia.
Nel giorno dell’approvazione in prima lettura del progetto di riforma della seconda parte della Costituzione, Astrid, Libertà e Giustizia e i Comitati Dossetti per la difesa della Costituzione hanno inviato la lettera allegata ai segretari dei partiti di opposizione, ai segretari generali di CGIL, CISL e UIL ai presidenti o segretari delle organizzazioni imprenditoriali e ad alcune centinaia di associazioni e movimenti della società civile.
La lettera, firmata da Franco Bassanini, Sandra Bonsanti e Maurizio Serofilli, dà seguito all’incontro nazionale di Roma del 2 ottobre, al quale parteciparono Scalfaro, Prodi, Amato, Fassino, Rutelli, Epifani, Bertinotti, Cofferati, Veltroni, Franceschini, Angius, Mancino, Sylos Labini, e molti altri. Fu allora deciso di avviare iniziative di riflessione e mobilitazione in tutte le città d’Italia e di incaricare le tre associazioni organizzatrici dell’incontro del 2 ottobre di promuovere una forma di coordinamento di queste iniziative. A tal fine, viene convocata una riunione organizzativa che avrà luogo a Roma il 25 ottobre presso la CGIL nazionale.
Roma 14 ottobre 2004

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

 caratteri massimo. Il testo eccedente verrà troncato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>