Diventa Socio

Politica

Libertà e Giustizia sfila con Landini nel corteo del 28 “Per la democrazia”

1 marzo 2015 - Nessun Commento »
Simona Poli
Libertà e Giustizia sfilerà al fianco di Maurizio Landini il 28 marzo a Roma per contestare le riforme del governo Renzi. «Dobbiamo far sentire forte la nostra voce», spiegano Sandra Bonsanti e Paul Ginsborg che insieme a Gustavo Zagrebelsky, Barbara Spinelli, Nando Dalla Chiesa e a un gruppo di docenti universitari, per due giorni a Firenze hanno analizzato le trasformazioni in atto nella politica e nella società italiana. «Insieme ad Emergency, LibDem, Fiom e altre realtà impegnate nella società a contatto con i problemi reali della gente vogliamo dare vita a una “coalizione sociale” che difenda i diritti e la democrazia», spiega Bonsanti.

2015-02-28 16.35.51
La due giorni di Libertà e Giustizia a Firenze

“Tra la P2 e l’uomo forte. Così sono nate le riforme. Il popolo affascinato dai capi”

1 marzo 2015 - Nessun Commento »
Silvia Truzzi
Non è strano che la seconda giornata del convegno di Libertà e Giustizia si svolga all’Aula Battilani, un tempo teatro della rivolta dei Ciompi, lavoratori poverissimi che alla fine del 1300 insorsero contro chi li governava e li aveva affamati. Cosa ottennero? Di partecipare alla vita pubblica. Ed è esattamente di questo - di partecipazione, rappresentanza e democrazia - che si è parlato nella due giorni fiorentina con tantissimi interventi: da Gustavo Zagrebelsky a Barbara Spinelli e Stefano Rodotà, da Nando dalla Chiesa, a Marco Travaglio, Sandra Bonsanti, Lorenza Carlassare e Paul Ginsborg.

Primo piano

L’Onu: c’è poco tempo per evitare che la Libia cada nel baratro

Rapporto di Ban Ki-moon: la guerra civile totale è dietro l’angolo

1 marzo 2015 - Nessun Commento »
Paolo Mastrolilli
«La Libia è pericolosamente vicina al baratro di una guerra civile totale». Non ha usato mezzi termini, il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon, nel rapporto che ha appena presentato al Consiglio di Sicurezza, per sollecitare la prosecuzione della missione Unsmil e l’accelerazione del negoziato diplomatico per creare un governo di unità nazionale. L’alternativa al dialogo fra le parti è «la prosecuzione della violenza e il disordine politico, che serviranno solo a minare l’unità nazionale e l’integrità territoriale del paese». E questo a fronte di una minaccia terroristica che Ban definisce «un pericolo imminente». Fonti ben informate dicono che ormai è «questione di settimane».

“Anche Renzi ha la sua coalizione sociale: ma con Confindustria”

1 marzo 2015 - Nessun Commento »
Antonio Sciotto
Renzi? Pure lui ha la sua coalizione sociale, però l’ha fatta con Confindustria». Maurizio Landini continua a prendere di petto il premier, e anche nella giornata conclusiva dell’Assemblea nazionale dei metalmeccanici di Cervia lo definisce «quel genio di Firenze». Preannuncia una stagione di conflitto, guidata dalla sua «coalizione sociale», ma fa appello anche a Susanna Camusso: «Perché solo la Fiom e la Cgil hanno la statura per reggere il confronto con il governo». E a Renzi dice chiaro e tondo: «Stai sereno, non illuderti che le fiducie e l'approvazione del Jobs Act ci possano fermare».

Archivo Storico

categorie